ANCORA IN PIAZZA!

Nuova protesta questa mattina degli operai della Fincantieri di Palermo

23 settembre 2010

AGGIORNAMENTO
Il Cantiere navale di Palermo manterrà le tre attività di produzione che lo rendono esclusivo all'interno del gruppo: costruzione, trasformazione e riparazione. Lo hanno assicurato il direttore dello stabilimento Raffaele Davassi e il capo del personale Lorenzo Scilipoti ai sindacati nel corso dell'incontro nella sede di Confindustria a Palermo.
I dirigenti di Fincantieri hanno smentito, fanno sapere i sindacalisti presenti alla riunione, le indiscrezioni sul piano industriale del gruppo secondo cui l'azienda avrebbe smesso di costruire mezzi navali nella fabbrica di Palermo, dove lavorano oltre 500 operai, con un indotto di quasi 1.000 lavoratori. Ad avvalorare le parole dell'azienda, una serie di commesse acquisite, e in fase di trattativa, che Fincantieri assegnerà allo stabilimento di Palermo per potenziare il segmento delle riparazioni navali: sei-sette navi da crociera dei gruppi 'Costa' e 'Msc', una piattaforma offshore che il prossimo anno potrebbe sviluppare circa 250 mila ore di lavoro, alcuni mercantili e la posatubi 'Castoro 7' della Saipem.
A fornire le informazioni sul portafoglio industriale del gruppo sono stati i dirigenti della Fincantieri nel corso della riunione in Confindustria Palermo con le Rsu della fabbrica e i rappresentanti sindacali di Fim Fiom e Uilm, che hanno reso noto il contenuto del confronto.
--------------------------------------------------

Centinaia di operai della Fincantieri e dell'indotto di Palermo questa mattina sono nuovamente scesi in piazza per protestare. Dai cancelli della fabbrica è partito il corteo dei lavoratori che raggiungeranno la sede di Confindustria, dove Fim, Fiom e Uilm incontreranno in mattinata i dirigenti del gruppo di Trieste per proseguire il confronto, aperto nei giorni scorsi, sulla proposta dell'azienda di avviare la cassa integrazione per 470 addetti su un organico di 500 unità.
Ieri gli operai, muovendosi sempre in corteo, avevano bloccato un tratto dell'autostrada in corrispondenza dell'ingresso in città, provocando la paralisi della circolazione. I sindacati attendono notizie dalla presidenza della Regione siciliana dopo che ieri gli assessori Gaetano Armao e Andrea Piraino si sono impegnati a riferire al governatore Raffaele Lombardo la richiesta dell'apertura di un tavolo istituzionale per affrontare i nodi della vertenza Fincantieri. [ANSA]

- Gli operai di Fincantieri in corteo a Palermo (Guidasicilia.it, 22/09/10)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

23 settembre 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia