Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Anziano mio, quanto mi costi. Badante mia, quanto costi all'anziano...

Telefono Blu/Sos Consumatori e Telefono H si rivolgono al Governo: un aiuto concreto per i nostri anziani

10 maggio 2005

Gli anziani italiani soffrono della sindrome di Enea (leggi)? Cinque anziani su dieci preferisce rimanere in ospedale e non essere dimessi? Se ciò è vero, allora aiutiamoli concretamente, sostiene Telefono Blu/Sos Consumatori.
Come? Con due semplici mosse, consentendo un afflusso maggiore di colf-badanti su chiamata personale e defiscalizzando l'intero importo del contratto di lavoro fra l'anziano e la lavoratrice/lavoratore e non solo la quota versata all'INPS.
Negli ultimi anni, per tantissime famiglie italiane, la presenza di colf e badanti è diventato essenziale per supplire le mancanze di Stato, Regioni e Comuni per quanto riguarda l'assistenza agli anziani. Infatti, grazie a tante donne e uomini provenienti dai paese dell'est Europa, dall'Asia, dal Sud America e in parte dall'Africa sub Sahariana, quasi un milione di famiglie può avere un aiuto concreto nell'assistere i propri anziani (si tratta di anziani e diversamente abili su un totale di 7,5 milioni di anziani e oltre 3 milioni di diversamente abili).

Un aiuto che però non viene completamente riconosciuto. Solo grazie alla nuova Irpef si interviene sullo sgravio dei costi fiscali di questo tipo di lavoratori, che costa nel Nord (fra contributi, salario e ospitalità) non meno di 1.300 euro al mese, nel centro almeno 1.000 e al sud 800.
Cifre importanti perché la stragrande maggioranza delle pensioni degli anziani in Italia non ha a disposizione questo reddito, e solo 1 famiglia su 2, degli stretti familiari è in grado di dare un aiuto senza togliere significativo reddito al proprio.
Dallo scorso mese di febbraio sono aumentati i minimi salariali (ricordiamo che mediamente un lavoratore di questo tipo guadagna 10 volte il reddito che guadagnerebbe nel proprio paese, paese dove fa giungere in genere almeno il 50% dei guadagni e in cui ritorna mediamente entro i 3 anni) ma nessuno si è preoccupato del milione di anziani che di aumenti ne hanno veramente pochi.

Inoltre, secondo Telefono Blu/Sos Consumatori, che insieme al Telefono H (Associazione per la difesa dei diritti dei disabili) raccoglie denunce e proteste di anziani e diversamente abili, saranno almeno 2,5 milioni gli anziani che potranno avere bisogno di un assistenza nei prossimi due anni (con un incremento del 25% in tre anni ) e almeno 500mila i diversamente abili, e attualmente la legge favorisce le chiamate nominative di lavoratori dell'industria ed agricoltura, consentendone solo un numero limitato per le famiglie.
Un grave errore, perché questi italiani hanno un bisogno assoluto, altrimenti sono costretti a ricorrere a case di cura sempre più costose o a ricoveri sempre maggiori negli ospedali, per le quali servizi sociali e Regioni non riescono a contribuire in modo significativo.
Una condizione che purtroppo, insiste Telefono Blu, è destinata ad aumentare.
Lo Stato, secondo l'associazione, ha il dovere di aiutare. La defiscalizzazione del contratto di lavoro delle colf e l'apertura del numero degli ingressi, sono due possibili interventi risolutivi.

Telefono H inoltre lancia un appello ai due Presidenti della Camera e del Senato a considerare non solo le richieste delle imprese e delle loro lobby che utilizzano questi lavoratori per il loro profitto, ma soprattutto quelle degli anziani che hanno bisogno di persone che si dedichino con amore ad esse.
Nel sito dell'associazione (www.telefonoh.it) con un'apposita petizione, Telefono H chiede che venga inserita interamente la quota in base al salario nello sgravio delle tasse, non facendo così cadere i costi della mancata assistenza dello Stato, e quindi del risparmio, sulle spalle degli anziani e delle loro famiglie, tanto più se si tratta di diversamente abili.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

10 maggio 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia