Apertura ai privati per il recupero degli ex siti industriali

Il neo assessore siciliano ai Beni Culturali, Aurora Notarianni: "L’Art Bonus è ad esempio una strada percorribile e che vogliamo implementare"

28 settembre 2017
Apertura ai privati per il recupero degli ex siti industriali

"Aprire ai privati sì, ma soltanto con le garanzie che l’amministrazione pubblica dei Beni Culturali assicura. L’Art Bonus è ad esempio una strada percorribile e che vogliamo implementare, diffondendola". In una nota, dunque, il neo assessore regionale ai Beni Culturali Aurora Notarianni, conferma l’apertura del settore alla partecipazione dei privati. "Privato - spiega - non vuol dire semplicemente sponsor, ma significa coinvolgere tutti gli attori interessati e che hanno a cuore i beni culturali, anche i portatori di istanze e conoscenze che vengono dalla cittadinanza, come scuole, volontari e associazioni. L’Art Bonus - aggiunge - è uno strumento che consente ai privati, ai quali sono concesse agevolazioni fiscali per il loro investimento a favore dei beni culturali, dal restauro alla fruizione. Il bene rimane però della pubblica amministrazione, che detta le linee di gestione. Abbiamo chiesto alle categorie professionali di aprirci le porte per spiegare di cosa si tratta e sensibilizzare i loro iscritti". L’assessore quindi fa alcuni esempi concreti, siti di interesse che sono già nella sua agenda: "È una strada che penso percorribile in particolare per il recupero e la valorizzazione degli ex siti industriali siciliani". [Fonte: Travelnostop Sicilia]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

28 settembre 2017

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia