Approvato il regolamento delle ''Case a 1 euro''

Pervenute al Comune di Salemi circa 10 mila richieste. Adesso l’istituzione di un ufficio per l’assegnazione

19 marzo 2010

La Città di Salemi ha finalmente il regolamento per l’assegnazione delle «Case a 1 euro». Si tratta in gran parte di abitazioni del centro storico danneggiate dal sisma del 1968 che potranno adesso essere ristrutturate grazie ad un piano di recupero nato da una intuizione del sindaco Vittorio Sgarbi e Oliviero Toscani, quando di Salemi è stato assessore alla Creatività.
Su proposta della giunta comunale, che lo aveva esitato nella seduta mattutina di giovedì 18 marzo, il Consiglio comunale lo ha discusso e approvato all’unanimità (e dunque anche con i voti dei consiglieri di opposizione) nel corso di una seduta convocata lo stesso giorno alle 19,00 e protrattasi fino alle 2 di notte. Non hanno partecipato al voto i consiglieri Leonardo Bascone, Giuseppe Greco e Giuseppe Ferro.

Questa la dicitura tecnica del documento che la giunta ha sottoposto al Consiglio: «Regolamento per la disciplina delle alienazioni degli immobili acquisiti al patrimonio del comune, ai sensi dell’art.8 della legge 433/91, ubicate nel centro storico della Città di Salemi»
Il regolamento che la giunta ha portato in aula è stato redatto, su richiesta di Vittorio Sgarbi, con la collaborazione di un apposito gruppo di lavoro della Provincia Regionale di Trapani guidato dal dottor Antonio Galfano.

Vittorio Sgarbi ha così commentato l'approvazione del regolamento: "Ringrazio la Provincia di Trapani. Salemi può finalmente ricominciare l’impresa della ricostruzione del suo centro storico con l’insediamento di un ufficio che amministri, in base al nuovo regolamento, l’assegnazione delle 1000 case acquisite al patrimonio del Comune ai circa 10 mila richiedenti da ogni parte del mondo. Confido che questo rapporto tra pubblico e privato - ha aggiunto il Sindaco - sia un modello per la rinascita di altri borghi e città storiche. Plaudo infine alla concordia del Consiglio comunale che ha votato il regolamento, simbolicamente, in occasione della festa di San Giuseppe, che è il momento di maggiore vitalità della città".
Il Vice Sindaco Antonella Favuzza ha detto: "Smentiti i tanti profeti di sventura. Il progetto delle «Case a 1 euro» è realtà e farà di Salemi un punto di riferimento in tutta Italia per il recupero e la valorizzazione dei centri storici".
L’assessore all’Urbanistica e al Centro Storico Nina Grillo ha aggiunto: "Non è stato facile amalgamare le diverse norme che regolano la materia. Questo piano di recupero del centro storico sarà anche una grande opportunità occupazionale".

Nino Ippolito
Responsabile dell’Ufficio per la Comunicazione del Comune di Salemi

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 marzo 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia