Architetti e Ingegneri nelle piazze catanesi per la "Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica"

Domenica 20 Ottobre le Piazze antisismiche saranno a Catania, Acireale, Bronte, Caltagirone, Giarre, Paternò e Riposto

18 ottobre 2019
Architetti e Ingegneri nelle piazze catanesi per la ''Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica''

"La Sicurezza inizia dalla Conoscenza. La Tua". È questo il messaggio di sensibilizzazione della "Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica" in programma domenica 20 ottobre in oltre 500 piazze italiane, dove Architetti e Ingegneri esperti saranno a disposizione di cittadini e amministratori di condominio per fornire tutte le informazioni utili su come migliorare la sicurezza di case ed edifici a spese quasi zero, grazie al contributo messo a disposizione dallo Stato.

Una manifestazione dal grande valore sociale che lo scorso anno, al suo esordio, ha coinvolto nella penisola oltre 7mila professionisti, interessando circa 90mila abitazioni per le visite tecniche ma soprattutto informando circa 500mila cittadini.

Gli Ordini catanesi aderiscono con grande partecipazione anche alla seconda edizione: nel territorio etneo saranno infatti ben otto i centri che ospiteranno - dalle 10 alle 18 - lo stand informativo:

  • Piazza Università e Corso Italia (spazio antistante la chiesa Cristo Re) a Catania;
  • Piazza Duomo ad Acireale;
  • Piazza Spedalieri a Bronte;
  • Piazza Umberto I a Caltagirone;
  • Piazza Duomo a Giarre;
  • Largo Assisi a Paternò;
  • Piazza San Pietro a Riposto.

"Se gli edifici sono i "pazienti", gli Architetti e gli Ingegneri possono essere considerati i "medici" che li visitano a domicilio per informare il cittadino su quali fattori incidano sullo "stato di salute" della casa, ovvero sul suo grado di sicurezza, e sulle agevolazioni fiscali disponibili per migliorarla a costi contenuti" affermano i presidenti degli Ordini di Catania Alessandro Amaro (Architetti) e Giuseppe Platania (Ingegneri).

Amaro e Platania inoltre, annunciano l'opportunità per tutti gli utenti di richiedere gratuitamente una visita tecnica informativa per il prossimo mese di novembre nell'ambito del programma di prevenzione attiva "Diamoci una Scossa!".

"Bisogna parlare di prevenzione prima, e non dopo, l'emergenza, perché nel nostro territorio, appurato l'elevato rischio sismico, una casa più sicura significa moltissimo, se non tutto, per la vita di chi la abita - aggiungono i presidenti Amaro e Platania - gran parte dei cittadini ignorano lo strumento del Sismabonus e la sua utilità, quindi è dovere di noi tecnici, della politica e anche dell'informazione far sì che lo conoscano e lo utilizzino".

Sismabonus

Il Sisma Bonus permette di avere un contributo statale fino all'85% dei costi sostenuti per interventi di messa in sicurezza della propria casa. Ad esempio, se l'importo necessario per l'adeguamento sismico dell'immobile è di 50mila euro, il cittadino potrà pagare alla ditta che eseguirà i lavori solo il 15% del totale, ovvero 7.500 euro; il resto verrà versato direttamente dallo Stato.
"Invitiamo tutti i cittadini etnei a incontrare i nostri tecnici la prossima domenica presso i punti informativi o a richiedere una visita per il mese novembre. Perché è un gesto che non costa nulla ma può valere tanto", concludono i presidenti. 

- www.giornataprevenzionesismica.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

18 ottobre 2019

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia