Aspettando il ''dopo feste'', per vedere chi a Natale è partito o ha comprato la play station

Mentre Telefono blu prevede un vero esodo per le vacanze, per Confcommercio gli italiani resteranno a casa

02 dicembre 2003
Le vacanze di Natale sono ormai alle porte e gli italiani preparano già le valigie. Sarebbero circa 7 milioni  i nostri connazionali che stanno progettando una vacanza durante il periodo natalizio. Già dal primo ponte dell'8 dicembre, secondo le stime dall'osservatorio di Telefono Blu, a partire saranno almeno 4 milioni d'italiani. Circa la metà dei vacanzieri (3,5 milioni di persone) preferisce puntare sul Capodanno anche se circa il 10% non ha ancora idee precise sulla destinazione. Gli italiani, infatti, preferiscono attendere l'ultimo minuto per decidere in maniera tale da poter disporre della tredicesima e per evitare rischi connessi al problema terrorismo.

Le mete più ambite rimangono quelle del Mediterraneo ma non vengono disdegnate destinazioni come i Caraibi, l'Oceano Indiano e le Capitali Europee, oltre ovviamente al comparto del turismo invernale che avrà il suo exploit nelle settimane bianche del dopo Befana.
Il Mediterraneo, dunque, resta la meta preferita degli italiani, anche dopo l’allarme terrorismo, che, oltre all'area Medio Orientale, abbraccia questa volta anche la Turchia ed altre zone come Egitto, Marocco e Tunisia. I movimenti turistici che vedono italiani coinvolti nel bacino del Mediterraneo non sono meno di 100 mila: la sola Turchia conta qualcosa come 25/30 mila presenze in questo periodo. "I turisti, devono essere messi di fronte a informazioni concrete: purtroppo il problema terrorismo ci accompagnerà ancora"afferma il Presidente dell'associazione consumatori, Pierre Orsoni. L'allarmismo non farebbe altro che creare grossi danni a tutto il comparto economico.

Se Telefono Blu (http://www.telefonoblu.org/) registra un boom di partenze, Confcommercio (Confederazione Generale Italiana del Commercio, del Turismo, dei Servizi) fa un passo indietro. Secondo le sue previsioni il settore destinato a decollare, nel periodo natalizio, è quello degli elettrodomestici . Nella busta della spesa natalizia troveranno ampio spazio prodotti elettronici in generale, elettrodomestici, prodotti di profumeria e cura della persona. La maggiore concentrazione del fatturato commerciale, nel mese di dicembre, la faranno registrare quindi, i compact disc musicali e gli home video (Vhs e Dvd) .
Il settore dei viaggi invece, dovrebbe subire una nuova battuta d'arresto. Gli attentati terroristici degli ultimi tempi peserebbero come una spada di Damocle sul comparto, che riponeva molte speranze di ripresa sulle festività natalizie. Mete esotiche e viaggi all'estero non sembrano quindi rientrare nel budget di natale delle famiglie italiane. Le previsioni di Confcommercio non trovano d'accordo neppure Marco Zanichelli, direttore generale di Alitalia che non vede all'orizzonte nuove flessioni negative. Gli Italiani partiranno o no per le vacanze di Natale?
Per saperlo con certezza sarebbe meglio aspettare il 6 gennaio quando i giochi saranno fatti e si potranno avere dati sicuri.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

02 dicembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia