Attacco alle Torri gemelle di New York

Migliaia di feriti, sconosciuto il numero dei morti

11 settembre 2001
Stati Uniti in emergenza.
Due aerei si sono schiantati sui due grattacieli gemelli del World Trade Center. Uno di questi era un aereo proveniente da Boston, pieno di passeggeri civili, un Boeing 767 delle American Airlines. L'impressionante e sequenza di attentati è iniziata alle 9 del mattino locali, alle 15:00 in Italia, con lo schianto del primo velivolo contro una delle Torri, all'altezza dell'87mo piano, a circa 400 metri di altezza. Si è subito sviluppato un incendio. Diciotto minuti più tardi un altro aereo, è andato a sbattere contro l'altra torre. Stessa sorte per gli edifici del Pentagono a Washington, che è stato completamente sgomberato. Responsabile probabilmente un gruppo terroristico mediorientale.

È un vero e proprio attacco al territorio nazionale degli Stati Uniti. Tutto il paese è in subbuglio. Sono stati evacuati tutti i grattacieli e i luoghi a rischio del paese.
Migliaia i feriti, sconosciuto il numero delle vittime. La situazione è talmente critica da aver spinto Bush a convocare il consiglio di sicurezza nazionale. Sono stati svuotati completamente Manhattan e tutti gli edifici governativi di Washington, dove la popolazione civile è stata invitata a lasciare la città.
Secondo alcune notizie, aerei da caccia si sarebbero levati in volo per intercettare ed abbattere eventuali altri aerei dirottati che potrebbero essere usati per altre azioni suicide.

Gli attentati hanno avuto ripercussioni in tutto il mondo: anche a Londra sono stati fatti sgomberare alcuni edifici, mentre le ambasciate e le basi americane in Europa sono in stato d'allerta. Crollano le borse.

Il mondo aspetta…

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

11 settembre 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia