Aumenta ancora la temperatura del pianeta, la Sicilia a rischio

Il 10% del territorio nazionale minacciato dal rischio deserto.

03 agosto 2001

L'aumento della temperatura media del pianeta fa sì che oggi il 10% del territorio nazionale sia minacciato dal rischio di diventare deserto.

Al primo posto, nella scala del  rischio, la Sicilia, insieme con la Puglia, la Sardegna, la Calabria e la Basilicata.

Ma anche nella Pianura Padana si sentirebbero forti le conseguenze dell'innalzamento del clima, con piogge sempre più violente e sempre più concentrate in periodi ristretti dell'anno, mentre l'innalzamento del livello dei mari prodotto dal riscaldamento del clima potrebbe sommergere il Delta del Po e la Laguna Veneta.

Dati e proiezioni alla mano, Ambiente Italia - l'Istituto di Ricerche di Legambiente - ha provato a proiettarsi alla fine del XXI secolo per vedere cosa potrebbe succedere in Sicilia se non venissero contenute le emissioni di CO2.

Ebbene per il 2100 è previsto un aumento del "caldo" compreso tra i 2 ed i 3,2 gradi centigradi che - pur in presenza di una crescita delle precipitazioni del 16% a causa dell'incremento dell' evapotraspirazione - farà diminuire la disponibilità idrica teorica annua dagli attuali 6,3 miliardi di metri cubi a 5,1 miliardi.

In Sicilia, sempre a causa dell'innalzamento della temperatura in alcune zone costiere, l'agrumicoltura sarà messa in crisi dalla salinizzazione delle falde idriche; molte aree cerearicole dovranno essere abbandonate per via della riduzione delle precipitazioni primaverili; potranno estendersi processi di desertificazione che attualmente sono solo in fase iniziale.

La simulazione di Ambiente Italia di Legambiente prevede poi, nella peggiore delle ipotesi, un innalzamento del livello del mare di circa un metro: 17 km quadrati di territorio saranno interamente sommersi mentre 193 Km di costa antropizzata dovranno essere protetti dalle acque.

Infine, l'aumento dei consumi energetici dovuti al caldo ed in particolare quelli per il condizionamento degli edifici: è stato stimato che - nei prossimi 30 anni - solo per climatizzare uffici ed abitazioni i consumi complessivi in Sicilia potrebbero aumentare del 15 per cento.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 agosto 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia