Berlusconi sfida l'Imperatore

Dopo Ugo Foscolo anche il nostro premier infastidito dall'Editto Napoleonico di Saint Cloud

21 gennaio 2003
Cosa avrebbe detto Tutankhamon se qualcuno gli avesse proibito di costruire la sua piramide dove voleva lui?

E così fra un Ponte sullo Stretto di Messina e una sferzata ai giudici, il Cavaliere - con l'aiuto del Ministro delle Infrastrutture Pietro Lunardi - ha trovato il modo per realizzare il suo ennesimo desiderio.

Nella sua villa di Arcore ha fatto costruire un mausoleo che riproduce la tomba del famoso faraone egiziano, Tutankhamon per l'appunto. Ma, come sapeva bene uno dei più noti scrittori italiani dell'ottocento - Ugo Foscolo - l'editto napoleonico di Saint Cloud impedisce, per motivi igienici, le sepolture vicino alle abitazioni.

L'Ingegnere alle Infrastrutture Pietro Lunardi nella legge Obiettivo - quella che si occupa di grandi opere pubbliche come il Ponte sullo Stretto di Messina, dei trafori e soprattutto delle trasformazioni urbanistiche, inserisce alla chetichella un codicillo che, passando quasi inosservato, modifica l'antiberlusconiano Editto napoleonico.

Grazie a questa piccola riforma però, in tempi relativamente brevi, Silvio Berlusconi potrebbe trasportare la salma del padre nel faraonico mausoleo.

Che presto nascano altri mausolei stile Micerino e Cheope per i suoi "fedeli" Confalonieri, Letta e Dell'Utri?

Oh tempora, oh mores!

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

21 gennaio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia