Bin Laden e Al Zawahiri si nascondono comodamente in Pakistan

Secondo un ufficiale della Nato i vertici di Al Qaeda sono in Pakistan protetti anche dall'intelligence del posto

19 ottobre 2010

Osama Bin Laden e il suo vice, Ayman Al Zawahiri, si nasconderebbero nel Pakistan nordoccidentale, e i rispettivi rifugi sarebbero situati a breve distanza l'uno dall'altro. Lo afferma un ufficiale della Nato, riferisce la Cnn, che mantiene il riserbo sull'identità della propria fonte.
"Nessuno dentro Al Qaeda vive in una grotta", anzi, precisa la fonte citata dall'emittente, la leadership dell'organizzazione terroristica vive in una situazione relativamente confortevole, protetta dai locali e da alcuni esponenti dei servizi di intelligence pachistani.
Secondo il funzionario Nato, la regione all'interno della quale si ritiene che il numero uno di Al Qaeda si sia spostato negli ultimi anni va dalla zona montuosa di Chitral all'estremità nordoccidentale del Paese, vicino al confine con la Cina, alla valle di Kurram, vicino a Tora Bora, in Afghanistan. Lo stesso ufficiale citato dall'emittente conferma che il Mullah Omar, leader dei Talebani, si è spostato tra le città di Quetta e Karachi in Pakistan negli ultimi mesi.
Il premier pachistano, Rehman Malik ha dichiarato ieri che informazioni analoghe a questa diffuse in passato in merito al luogo in cui si rifugiano Bin Laden ed il Mullah Omar si sono rivelate false. Malik ha negato che i due uomini si trovino in territorio pachistano ed ha dichiarato che ogni informazione che veda in direzione diversa da questa dovrebbe essere comunicata alle autorità pachistane in modo da consentire loro di adottare "azioni immediate".

Intanto minacce di attacchi terroristici all'Olanda - dove il nuovo governo di minoranza dovrà contare sull'appoggio esterno del partito islamofobo di Geert Wilders PVV - arrivano dai Talebani. "Se l'Olanda attuerà politiche antiislamiche potrà essere certa che diventerà bersaglio di un attacco da parte dei gruppi jihadisti", ha dichiarato il portavoce Talebano Sabiullah Mujahid al quotidiano de Volkskrant. Contro l'Olanda erano già arrivate minacce da parte di un comandante Talebano in Pakistan. Nel Paese non è stato tuttavia alzato il livello di allarme terrorismo. [Adnkronos/Ing]

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 ottobre 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia