Bridge nisseno

Matteo Scalabrino e Michele Candura ai Mondiali di Montreal in programma dal oggi al 31 agosto

24 agosto 2002
Con le carte fra le mani ormai si trovano a occhi chiusi.

Per loro Nord, Sud, Est e Ovest sono diventati punti cardinali dell'anima oltre che riferimenti del bridge, il suggestivo gioco che li intriga da sempre e che li vede far coppia ormai da quasi un ventennio.

Spesso quando giocano e la partita si preannuncia entusiasmante, tutt'intorno, al circolo un po' snob ed elitario di via Cavour, nel centro di Caltanissetta, cala il silenzio e non rimane altro che guardare ammirati.

I loro nomi sono Michele Candura e Matteo Scalabrino, 62 anni il primo e 57 il secondo, e sono i primi dilettanti siciliani del bridge che, mettendo in riga fior di professionisti, prendono parte da oggi al 31 agosto a Montreal, in Canada, ai campionati del mondo.

Bella soddisfazione per loro anche se si pensa che sono riusciti a farcela fra una miriade di partecipanti, la maggior parte professionisti, in tutta Italia.

Poco più di 1500 iscritti, la federazione siciliana è presieduta dal catanese Giovanni Piazza.

E il bridge sarà anche alle prossime Olimpiadi, anche se solo a livello dimostrativo.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

24 agosto 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia