Buon Natale a testa in giù. L'ultima ''moda'' natalizia arriva dall'America ed è l'abete capovolto

Uno studioso però sostiene che si tratti di un'antica tradizione europea

17 dicembre 2005

Fra le tante inutilità e stramberie del periodo natalizio ci mancava quella dell'albero di Natale a testa in giù. Ecco qual'è l'ultima moda che impazza per le imminenti feste di fine anno negli Usa (e da dove poteva venire un'idea tanto ''geniale''?).
Hammacher Schlemmer, uno di più famosi distributori di articoli natalizi d'America, già a novembre aveva esaurito le sue scorte di abete al contrario, peraltro in vendita al non accessibilissimo prezzo di 599.95 dollari cadauno.
Ma non si pensi che sia solo una moda snob: anche le versioni più economiche da 299,99 dollari o poco meno, sono andate letteralmente a ruba.
Motivo di tanto successo? Certamente la praticità, argomento sempre vincente in America (si possono appendere più facilmente i regali, e l'albero stesso si può agganciare al soffitto o infilare tra due sedie, occupando meno spazio).

Chi pensa invece che l'atout principale dell'idea commerciale risieda in un'assoluta originalità potrebbe essere messo a tacere da Sheryl Karas, autore di ''The Solstice Evergreen'' un libro sulle tradizioni e la storia del folklore natalizio, che ha precisato al quotidiano Usa Today come l'albero natalizio capovolto fosse in voga già nel XII secolo in Europa centrale. E non basta.
Lo stesso Karas, fa anche notare che si può leggere qualcosa di sinistro in questa moda. Infatti secondo la tradizione l'abete natalizio ha la sua ragion d'essere proprio per la sua forma a punto rivolta verso l'alto, che punta al cielo. E in ragione di questo valore simbolico non andrebbe mai capovolto.

Sarà, ma a noi sembra l'ennesima americanata.
Noub Elatan

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 dicembre 2005

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia