Buon Natale Giovanni, ovunque tu sia

Gli amici di Giovanni Lo Porto, rapito in Pakistan due anni fa, chiedono aiuto sul The Guardian

27 dicembre 2013

Del cooperante siciliano Giovanni Lo Porto, rapito in Pakistan, non si hanno più notizie da quasi due anni. Ma ora suoi amici di Londra, dove studiò fino al 2010 presso la London Metropolitan University (Met) prima di imbarcarsi per la sua vocazione umanitaria, sono usciti allo scoperto, rendendo pubblica la loro angoscia e la loro preoccupazione per la sorte del 38/enne palermitano, facendosi promotori di una petizione rivolta a chiunque abbia qualche influenza chiedendo di adoperarsi per la sua liberazione.

"Sono incredibilmente preoccupata per lui. Sono passati già 22 mesi e non abbiamo modo di sapere come i suoi carcerieri lo trattano. Lo rivoglio indietro", ha dichiarato sul Guardian Sarah Neal, una sua amica stretta. E il prof. Mike Newman, che di Lo Porto è stato docente alla London Met, dove studiò i conflitti nel mondo, confessa che "quando Giovanni fu rapito speravamo che potesse essere restituito alla libertà attraverso una diplomazia discreta. Ma ora sono quasi due anni che è scomparso in Pakistan e noi siamo d'accordo con i suoi amici e sostenitori in Italia che chiedono la fine del silenzio".
Newman ricorda che Giovanni Lo Porto "mi disse: 'Sono contento di essere tornato in Asia e in Pakistan. Amo la gente, la cultura e il cibo di questa parte del mondo'", perché "il Pakistan era il suo vero amore e sentiva di aver operato bene, stabilendo dei buoni rapporti con la popolazione". Il suo approccio, ricorda il professor Newman, era "appassionato, amichevole, la sua mente aperta".

Dopo aver partecipato a brevi progetti umanitari in Centrafrica e a Haiti, Lo Porto in Pakistan ha lavorato per la ricostruzione di aree alluvionate. Rapito il 19 gennaio 2012 a Multan, nel Punjab, insieme al collega tedesco Bernd Muehlenbeck. Di quest'ultimo per Natale dello scorso anno fu rilasciato un breve appello in video. Di Lo Porto nulla. [Fonte: Corriere del Mezzogiorno]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

27 dicembre 2013

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia