Bush: ''Abbiamo sconfitto i nostri nemici in passato, lo faremo anche questa volta''

Identificati 5 terroristi degli Emirati Arabi Uniti

12 settembre 2001
Una svolta pare nelle indagini per l'identificazione di 5 presunti attentatori.
Secondo il "Boston Globe", uno dei più importanti quotidiani degli Stati Uniti 2 dei terroristi sarebbero due fratelli con passaporto degli Emirati Arabi Uniti. Uno di loro potrebbe infatti essere un pilota; è stato trovato nella loro auto, parcheggiata nei pressi dell'aeroporto di Boston, un manuale di volo in arabo.
Identificati altri due terroristi, arrivati all'aereoporto "Logan" dallo stato del Maine.

Intanto le prime stime, non ufficiali, parlano di un numero impressionante di vittime: 20 mila.
266 sono quelle a bordo dei quattro aerei dirottati e lanciati come bombe contro gli obiettivi.
800 i dispersi al Pentagono, dove ancora si lotta contro le fiamme.
Dispersi anche 300 vigili del fuoco e diverse decine di agenti della polizia di New York.

Intanto la notte al Word Trade Center è trascorsa fra l'affannoso lavoro di scavo delle macerie, nel tentativo disperato di salvare il salvabile. Due poliziotti dati per dispersi sono stati trovati vivi.

Il presidente George Bush, nel suo terzo messaggio alla nazione, ricordando la potenza militare americana ha tuonato: "Possono distruggere le fondamente dei nostri grattacieli, ma non quelle della nostra società. I nostri nemici volevano gettare una nazione nel caos e nella disperazione. Invece oggi siamo tutti uniti. Abbiamo sconfitto i nostri nemici in passato, lo faremo anche questa volta. E non faremo distinzioni tra i terroristi e chi li ha protetti".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 settembre 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia