Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Caltanissetta è diventato il primo comune siciliano dichiaratamente animalista

La LAV ha proposto con successo il ''Programma di impegni politici per i diritti degli animali''

17 giugno 2004

Il riconfermato Sindaco, Salvatore Messana (centrosinistra) e il Consiglio comunale di Caltanissetta, saranno animalisti. E' quanto emerge dai risultati della campagna della LAV (Lega Anti Vivisezione) che ha sottoposto a tutti i candidati a Sindaco ed a molti candidati al Consiglio un "programma di impegni animalisti": 6 punti-chiave su interventi politici ed azioni amministrative per i diritti degli animali che i candidati si sono formalmente impegnati ad attuare qualora eletti. Si tratta del primo caso in Sicilia in cui le tematiche animaliste entrano a far parte, in maniera ufficiale e formale, della campagna elettorale di una città capoluogo.

Questi i punti principali:
- Emanazione di un Regolamento comunale per la tutela degli animali al pari di varie città italiane.
- Applicazione delle norme per la prevenzione del randagismo; piano comunale di lotta al randagismo, sterilizzazione e reimmissione dei randagi; cane di quartiere; corretta gestione dei canili presenti sul territorio comunale.
- Campagne educative per incentivare la sterilizzazione degli animali domestici, l’adozione responsabile nei canili e strumenti di incoraggiamento dell’adozione (es. "mutua del cane").
- Istituzione delle Guardie zoofile comunali.
- Tutela degli animali selvatici ospiti della città; lotta ai bocconi avvelenati.
- Inserimento nel capitolato d'appalto delle mense scolastiche dell'alternativa vegetariana e l'acquisto solo di uova di galline allevate all'aperto.

Anche l'ex sindaco Giuseppe Mancuso (centrodestra), diretto sfidante di Messana, aveva sottoscritto il programma della LAV.

"In questi ultimi anni è maturata una nuova coscienza per il rispetto degli animali e queste numerose adesioni trasversali ne sono la dimostrazione – dichiara Ennio Bonfanti, responsabile provinciale dell’Associazione-. La LAV confida che, una volta eletti, i politici che hanno sottoscritto il programma animalista si impegnino assieme a noi per attuarlo al di là delle appartenenze partitiche, visto che quella per i diritti degli animali è una battaglia di civiltà e di progresso culturale che non può avere colore politico. Finalmente ci sono le premesse perché anche a Caltanissetta si avvii una politica attenta anche alle tematiche della tutela degli animali, della lotta al randagismo e contro il maltrattamento e lo sfruttamento degli animali".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 giugno 2004
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE