Cantine Settesoli più che uno sponsor per il Premio Letterario Internazionale "Giuseppe Tomasi di Lampedusa"

29 luglio 2011

Che cos'hanno in comune il più grande vigneto d'Europa e Il Gattopardo? Intanto l'anno: il 1958 infatti è l'anno di pubblicazione del romanzo ed anche quello di costituzione della cooperativa vitivinicola Settesoli che oggi conta più di 2300 soci. Poi il territorio: i 6500 ettari di vigneto (il più grande d'Europa) sorgono proprio nelle terre sicane descritte nel romanzo. Infine il nome scelto: Settesoli è quello del feudo di cui si narra nel libro.
Per tutti questi nobili legami, che intrecciano la storia dell'azienda con quella dell'opera letteraria, Cantine Settesoli ha rinnovato con slancio la sua adesione, per il 3° anno consecutivo, come sponsor del Premio Letterario Internazionale "Giuseppe Tomasi di Lampedusa", ed anche perché crede fermamente nella valenza culturale del Premio stesso.
Questa edizione, in particolare, si distinguerà perché nel segno della Sicilia e del suo ruolo storico nel processo unitario, magistralmente dipinto e consacrato dalle pagine del Gattopardo: il Premio renderà infatti omaggio all'Unità d'Italia durante la giornata del 6 agosto. Nel corso della cerimonia di consegna del Premio, sarà comunicata la nascita della Biblioteca Lampedusiana, prevista per Settembre a Santa Margherita di Belice, grazie alla collaborazione della Società italiana di Storia Patria.
Il premio è inoltre stato inserito nel calendario degli eventi culturali dell'Università di Palermo con il brand "Univercittà Outdoor" che promuove le manifestazioni culturali estive più prestigiose in Sicilia.
L'ottava edizione del Premio Letterario Internazionale Giuseppe Tomasi di Lampedusa è il momento clou della Settimana Gattopardiana che si svolgerà a Santa Margherita di Belice, nel distretto delle Terre Sicane, dal 30 luglio al 6 agosto. Quest'anno il Premio sarà consegnato da Michele Placido alla scrittrice Valeria Parrella per il romanzo "Ma quale amore" (Rizzoli).

Cantine Settesoli: Nata nel 1958 a Menfi per iniziativa di un gruppo di viticoltori, l'azienda si è sviluppata nel corso dei decenni. Cantine Settesoli rappresenta oggi la più grande azienda vitivinicola siciliana, i cui terreni vitati estesi per 6.000 ettari le consentono di potersi definire il vigneto più grande d'Europa e il più importante della Sicilia. Questo ne fa non solo la più grande azienda vitivinicola siciliana, ma anche una grande fonte di occupazione: nella zona di Menfi, il 70% delle 5.000 famiglie presenti sono coinvolte a vario titolo nell'attività dell'azienda. Con i suoi 2.300 soci, quattro stabilimenti, una capacità lavorativa di circa 500.000 quintali di uve all'anno, una produzione di 22 milioni di bottiglie di vino prodotte ogni anno e una costante attenzione ai temi ambientali e sociali, Cantine Settesoli si impone come protagonista del panorama vitivinicolo nazionale ed internazionale. L'azienda è presente in Italia nel
canale Horeca con il marchio Mandrarossa e nei supermercati con il marchio Settesoli. [www.cantinesettesoli.it]

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

29 luglio 2011

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia