Caro Ticket

Da oggi in Sicilia i farmaci si pagano al 50%, esenti le famiglie a basso reddito

08 luglio 2002
Il ticket sui farmaci da oggi è più salato.

Cade infatti il tetto massimo di 10 euro per i medicinali in fascia B, stabilito dalla commissione Sanità all'Ars.
I siciliani dovranno pagare un tributo pari alla metà del prezzo del farmaco.

Il provvedimento previsto dalla Finanziaria regionale è ovviamente al centro di molte polemiche, e la sua entrata in vigore è prevista proprio per oggi.

Sulle medicine di fascia A, i cosiddetti salvavita, gli antibiotici, il cortisone, i cittadini dovranno pagare 1,55 euro per ricetta, per la prescrizione di una sola confezione, 3,10 euro se vengono prescritte più confezioni.

Cambiano le cose per i farmaci in fascia B; non più, come proposto inizialmente, il tetto massimo di 10 euro (che, pare, non consentirebbe di ridurre efficacemente la spesa farmaceutica, che in Sicilia è tra le più alte d'Italia).

Il risultato è che per antinfiammatori non steroidei, fra i quali il Voltaren, gli antiemicranici (Imigran), gli antiallergici, bisognerà pagare una tassa pari a metà del prezzo al pubblico.

Ma ci saranno alcune categorie esenti, per esempio coloro che compongono un nucleo familiare con reddito annuo inferiore a 18 milioni lire pro capite (9.296,22 euro), elevato a 23 milioni di lire (11.878,51 euro) per una famiglia composta da un solo componente.

I farmaci di fascia C, infine, saranno a totale carico dell'assistito. 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

08 luglio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia