Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Cenere su Umberto Scapagnini. Il sindaco di Catania indagato per voto di scambio e buso d'uffico

Il sindaco Scapagnini sul registro degli idagati nell'ambito dell'inchiesta sulla ''Cenere dell'Etna''

21 luglio 2005

E' stato fissato per oggi pomeriggio alle 17, l'interrogatorio da parte dei magistrati della Procura etnea del sindaco Umberto Scapagnini, iscritto nel registro degli indagati per voto di scambio e abuso d'ufficio nell'ambito dell'inchiesta per la concessione dei contributi per i danni provocati dalla cenere vulcanica, dopo l'eruzione dell'Etna di qualche anno fa.
Scapagnini avrebbe dovuto essere sentito martedì, ma l'interrogatorio èstato rinviato, a causa dell'impossibilità a presenziare del legale, l'avvocato e senatore di Forza Italia Guido Ziccone.
Scapagnini sarà sentito dal procuratore di Catania Mario Busacca e dai sostituti Ignazio Fonzo e Francesco Puleio.

Appresa la notizia del rivio a giudizio di Scapagnini, il deputato della Margherita Giovanni Burtone si è scagliato contro il sindaco: ''Sulla vicenda della cenere lavica c'è stato soltanto un grande imbroglio da parte del governo nazionale e regionale, un imbroglio contro i cittadini catanesi. In quest'imbroglio c'è stata la strumentalità dell'amministrazione comunale. Scapagnini si dimetta, se ha un minimo di pudore''.
Anche l'eurodeputato Ds Claudio Fava è intervenuto sulla vicenda: ''Se il sindaco Scapagnini non avrà il buon gusto di dimettersi, credo sia indispensabile che il Prefetto di Catania e il ministro degli Interni valutino tutte le strade percorribili per verificare la legittimità e la legalità del processo elettorale di Catania''. ''Tornare al voto - ha aggiunto - sarebbe l'unico modo per ripristinare la correttezza di un percorso democratico che, se le accuse rivolte a Scapagnini dovessero essere provate, verrebbe irrimediabilmente azzerato''.

''Il sindaco risponderà, com'è giusto e doveroso, soltanto alla magistratura. Le richieste di dimissioni suonano chiaramente in contrasto con la volontà popolare''. E' stata questa la risposta di Umberto Scapagnini ai rappresentanti del centrosinistra.
''L'attività politica dell'opposizione - ha aggiunto Scapagnini - è ormai diventata una routine che ha perso anche originalità, che si esplicita soprattutto attraverso una sistematica serie di conferenze stampa che ribadiscono la prevalente volontà di impedire a chi è stato eletto di potere lavorare con concentrazione e serietà a propri compiti istituzionali e funzionali''. ''Nella fattispecie della 'vicenda delle ceneri' - ha commentato Scapagnini -, è chiaro che il Sindaco risponderà alla sola autorità, la Magistratura, che opportunamente vuole fare chiarezza su una vicenda - iniziata oltre due anni fa - e rispetto alla quale ci si è trovati di fronte a disposizioni e comportamenti poco chiari o addirittura contraddittori da parte degli enti interessati e perfino delle stesse direttive dei responsabili centrali''.

''Ricordo che allora - ha proseguito il sindaco di Catania - sono stato costretto a girare l'Italia con i sacchetti di polvere vulcanica in mano per fare capire a tutti, Governo e mezzi di informazione per primi, il danno vero che aveva subito Catania''. ''Appare infine singolare - ha aggiunto il sindaco di Catania - che a soli due mesi dalla chiara indicazione che ha rivoluto al governo della città la coalizione che l'ha guidata per cinque anni, una volta l'onorevole Fava, una volta la cosiddetta Unione, una volta la Margherita pretendano dimissioni che suonano chiaramente in contrasto con la volontà popolare''.
''Spero invece - ha concluso Scapagnini - che si possa cercare di collaborare con trasparenza, ognuno nei propri ruoli e nel rispetto della volontà democratica per costruire la Catania del futuro.
Ognuno di noi assuma le proprie responsabilità e sia ben chiaro che nessuno si tira indietro tradendo quanto la gente ha indicato''.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

21 luglio 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia