Chiesti per la Cupola di Cosa nostra 11 ergastoli per una serie di omicidi commessi a Palermo negli Anni 80

27 settembre 2007

La conferma di nove ergastoli, due nuove condanne al carcere a vita ed una lieve riduzione di pena per i tre pentiti del processo: sono le richieste della requisitoria pronunciata ieri dal Pg Francesco Lo Voi nell'appello di una tranche del processo ''Golden Market'', su una serie di omicidi commessi a Palermo negli Anni '80. Il processo si è celebrato davanti alla seconda sezione della Corte d'Assise d'Appello presieduta da Giuseppe Nobile.
La conferma degli ergastoli è stata chiesta per Totò Riina, Bernardo Provenzano, Pietro Aglieri, Giuseppe e Salvatore Montalto, Salvatore Buscemi, Pippo Calò, Giuseppe Lucchese e Raffaele Ganci, componenti della Cupola di Cosa Nostra. Per costoro, il Pg ha chiesto anche la prescrizione per i reati minori e la riduzione della pena accessoria dell'isolamento. Due nuovi ergastoli sono stati invocati per Pietro e Ignazio Ribisi, assolti in primo grado, accusati di aver ucciso Pietro Giri.
Il Pg ha chiesto che venga ridotta di 2 mesi la condanna a 14 anni inflitta in primo grado al collaboratore Nino Giuffrè e che venga ridotta di 6 mesi la condanna per i pentiti Balduccio Di Maggio (12 anni in primo grado) e Santino Di Matteo (10 anni e 6 mesi in primo grado).
Chiesto il non doversi procedere per Francesco Madonia (condannato all'ergastolo in primo grado), deceduto nel marzo scorso.
Il processo è stato rinviato al prossimo 4 ottobre per le arringhe dei difensori. [La Sicilia]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

27 settembre 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia