Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Clamorosa vittoria del Codacons sull'Inpdap

L'Antitrust ha condannato l'Inpdap per ''pubblicità ingannevole''

10 ottobre 2008

Una battaglia durata mesi, quella di Francesco Tanasi, Segretario Nazionale Codacons, contro l'Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica (Inpdap), colpevole di aver "preso in giro" i pensionati, illudendoli di poter avere prestiti personali e mutui ipotecari, grazie alla trattenuta dello 0,15% dell'importo lordo di pensione.
Il Codacons aveva presentato nei mesi scorsi un esposto all'Antitrust per pubblicità ingannevole. Nei giorni scorsi è arrivata la clamorosa sentenza di condanna. Una sentenza innovativa perchè viene condannato un ente pubblico non economico che agisce ed è istituito con legge dello Stato.

"Questo è stato reso possibile - ha affermato Tanasi - perchè l'Antitrust ha considerato l'opuscolo recapitato dall'Inpdap a casa dei pensionati come inviato in qualità di professionista e non come erogatore di prestazioni creditizie soggetto ad un regime normativo pubblicistico".

Così si legge nella sentenza: "con riguardo alla gravità della violazione, occorre osservare che la fattispecie in esame ha avuto un impatto significativo tenuto conto della capillarità e capacità di penetrazione del mezzo utilizzato... va altresì considerata la debolezza dei destinatari, trattandosi di servizi finanziari rivolti a soggetti che presumibilmente versano in una situazione di particolare debolezza psicologica dovuta alle proprie condizioni economiche nonchè l'entità del potenziale pregiudizio economico per i consumatori".

"Per queste ragioni - ha spiegato ancora Tanasi - l'Antitrust 'con riferimento alla gravità e alla durata, alla luce di quanto sopra evidenziato' irroga all'Inpdap una sanzione amministrativa pecuniaria pari a 230.000 euro. Una pratica commerciale 'scorretta... in quanto contraria alla diligenza professionale e idonea a falsare in misura apprezzabile il comportamento economico del consumatore medio cui è destinata". "Ricordiamo - ha concluso Tanasi - che l'erogazione dei finanziamenti non era possibile ottenerla, come dichiarato nell'opuscolo, a partire dall' 1° novembre 2007, ma solo dopo la maturazione di una certa anzianità di iscrizione al fondo pari a 4 anni per i prestiti pluriennali diretti e a 3 anni per i mutui ipotecari". [www.codacons.it]

 

 

 

 

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

10 ottobre 2008
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE