Comincia oggi la corsa a ostacoli

Lo ''zampino'' di Miccichè nella nomina del nuovo presidente di Sicindustria

24 giugno 2002
Si riunisce oggi il direttivo di Sicindustria per scegliere i tre "saggi" che dovranno avviare le consultazioni per la nomina del nuovo presidente di Sicindustria, ma - sotto, sotto - si gioca pure la partita dei rapporti e degli equilibri tra gli imprenditori siciliani e la politica.

O meglio, tra gli imprenditori e il centrodestra che in Sicilia governa un po' ovunque.

Il fatto è che, negli ultimi tempi, i rapporti si sono guastati un po'. E non solo perché il leader siciliano di Forza Italia Gianfranco Miccichè si è infilato - senza invito - nelle stanze in cui gli industriali provano a far quadrare il cerchio che dovrebbe portare all'elezione del nuovo presidente di Sicindustria.

Ma anche perché di qualche affanno nell'azione del governo regionale a guida Polo, cominciano ad accorgersi pure gli imprenditori.
Così, il presidente uscente Pippo Puglisi - pur tra mille cautele - non riesce proprio a dare un giudizio positivo sul primo anno di governo Cuffaro.

Il primo nodo da sciogliere è proprio questo: chi sarà il successore di Puglisi? Di candidature ufficiali infatti non ne è venuta fuori nessuna.

Si è sussurrato con insistenza un nome in queste settimane: quello di Ettore Artioli, componente del direttivo di Assindustria Palermo, ma con il peccato originale di essere stato presidente dell'Amia quando il sindaco di Palermo era Leoluca Orlando.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

24 giugno 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia