Con ''Rosa Fonseca'' Grimaldi torna sul set per raccontare Napoli

16 aprile 2002
Aurelio Grimaldi è tornato sul set, stavolta calandosi nei bassifondi napoletani, con una storia che sembra nata proprio dai Quartieri Spagnoli.

"Rosa Fonseca" racconta la storia di una prostituta e del suo rapporto con il figlio; rapporto che si fa molto difficile quando quest'ultimo scopre il mestiere della madre.

Il film è liberamente tratto da "Mamma Roma", del '62 scritto e diretto da Pier Paolo Pasolini, con Anna Magnani e Ettore Garofalo. E proprio con il grande regista romano, Aurelio Grimaldi sembra avere un legame particolare: l'anno scorso ha infatti girato "Un mondo d'amore", che prendeva spunto dall'incriminazione di Pasolini nel '49 per atti osceni e corruzione su minori.

Adesso è la volta di "Rosa Fonseca", prodotto dalla Titania srl e distribuito dall'Istituto Luce: il direttore della fotografia è Maurizio Calvesi, la previsione è di sei settimane di lavorazione sempre a Napoli.

Ida Di Benedetto e Aurelio Grimaldi hanno lavorato insieme spesso: il sodalizio iniziò nel '94 con "Le buttane" per continuare con "Un altro giorno ancora". Adesso è la volta di "Rosa Fonseca". A fianco dell'attrice, ci sono Ennio Fantastichini e Aldo Giuffrè.

Inoltre, la coppia Di Benedetto-Fantastichini si ricompatterà per "Curriculum vitae", in nuovo film di Salvatore Piscicelli, che ha già diretto la Di Benedetto in "Immacolata e Concetta".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

16 aprile 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia