Concorso per 350 nuove toghe

L'annuncio del ministro della Giustizia Angelino Alfano: "Un nuovo concorso per ampliare i posti disponibili"

19 ottobre 2010

"La prossima settimana chiederò al Consiglio di deliberare il nuovo concorso per 350 posti in magistratura, il quarto concorso in poco più di due anni". Lo ha annunciato il ministro della Giustizia Angelino Alfano presiedendo il plenum del Consiglio superiore della magistratura che si è riunito per discutere sul problema dei vuoti di organico nelle varie Procure italiane, aggravato ancor di più dalle richieste di prepensionamento di molti magistrati in conseguenza degli effetti della finanziaria. Una situazione cui il Guardasigilli vuole appunto riparare con un nuovo concorso per ampliare i posti disponibili. Il ministro ha ricordato che "dopo un blocco delle procedure concorsuali dal 2004 al 2007, dal mio insediamento sono stati indetti ben tre concorsi con 723 posti. Ho anche ottenuto la deroga - ha aggiunto Alfano - per l'assunzione di 500 toghe su cui pesava il blocco del turnover. Da gennaio 2010 sono 224 i magistrati andati in pensione ed entro il 30 novembre altri 106 hanno chiesto di andare in pensione".
"Sotto la guida esperta, sapiente ed equilibrata di Vietti, migliorerà il clima di dialogo istituzionale tra il ministro della Giustizia e il Csm", ha poi sottolineato Alfano, ricordando il suo incontro nel maggio del 2008 con il vecchio Csm in cui presiedeva da 'esordiente' il plenum del Consiglio ("oggi tocca a me salutare l'avvio di una nuova consiliatura").
Il Guardasigilli ha quindi augurato buon lavoro a tutti i nuovi membri di Palazzo dei Marescialli. "La Costituzione - ha ricordato il Guardasigilli - ci impone di collaborare, pena la paralisi del sistema e l'inefficienza del servizio giustizia per i cittadini".
Il ministro ha rivolto un saluto al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che, ha detto, "segue con attenzione e sensibilità l'azione del governo in materia di giustizia". [Adnkronos/Ing]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 ottobre 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia