Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Confermata la liquidazione della Gesip

La società partecipata dal Comune di Palermo verrà liquidata il 31 dicembre prossimo

28 agosto 2012

"La situazione è grave ed eventuali disagi ai cittadini possono solo fare male alla vertenza". Lo ha scritto su Twitter il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, in merito alla crisi in cui versa la Gesip, società partecipata dal Comune.
Il primo cittadino ha incontrato a Palazzo delle Aquile i sindacati per fare il punto sulla vertenza. Intanto, con una delibera di Giunta, l'Amministrazione comunale "ha confermato la liquidazione Gesip al 31 dicembre e la necessità della prosecuzione dei servizi alla città e ai cittadini". "Stiamo studiando quale formula giuridica permetta una gestione unica ed organica dei servizi alla città, con un consistente risparmio economico ed una razionalizzazione delle attività. Proprio per questo domani (oggi per chi legge, ndr) si svolgerà il primo incontro fra i nuovi Amministratori delle aziende partecipate da me nominati", ha detto il sindaco Orlando all’incontro con una delegazione di lavoratori e i rappresentanti sindacali della Gesip. "La priorità dell'Amministrazione - ha aggiunto - è garantire i servizi alla città e ai cittadini, servizi che sono essenziali in qualsiasi comunità. La priorità dell'Amministrazione non è garantire pagamenti salariali in modo indiscriminato ma garantire lavoro produttivo e salario a chi quel lavoro svolge".

"La situazione - ha poi puntualizzato Orlando - è gravissima e i prossimi giorni saranno decisivi per arrivare ad una soluzione condivisa. Per questo a partire dalla prossima settimana si svolgerà in modo costante un tavolo tecnico con le organizzazioni sindacali che esaminerà un piano di sviluppo delle attività dal 2012 al 2017. Questo piano riguarda la Gesip, ma contiene ovviamente dei riferimenti anche alle altre Aziende e al Comune nel suo insieme perché solo in un quadro unitario di risorse ed interventi si può trovare la soluzione ai problemi. E' in essenza un piano che riguarderà tutte le aziende, i servizi che esse erogano, i lavoratori che quei servizi garantiscono". "Oggi - ha spiegato il sindaco - ho distribuito a tutte le sigle sindacali e alla stampa tutta la corrispondenza intercorsa col Governo nazionale per chiarire quali siano stati l'impegno e l'attenzione che il Comune ha dedicato al tema, chiarendo sempre e fin da subito quali sono le priorità dell'Amministrazione, il suo approccio programmatico di lungo periodo, il fatto che la centralità del problema è nei servizi da erogare alla città e ai cittadini. Il problema non nasce oggi ma nasce due anni fa, quando dal bilancio comunale è sparita la voce 'Servizi' che vuol dire che non sono stati tagliati i fondi per la Gesip ma per dare servizi ai cittadini. La verità è che da almeno due anni l'Amministrazione comunale ha fatto una scelta politica che è stata quella di far calare il valore delle Aziende, riducendo la qualità dei servizi forniti e mantenendo i lavoratori in situazioni di incertezza, per poterle piazzare sul mercato a favore di qualche sciacallo che oggi sta lì con l'acquolina in bocca pronta ad azzannare finalmente le proprie prede. Proprio per questo, anche alla luce della recente sentenza della Corte Costituzionale che ha ribadito che non si possono mercificare i servizi pubblici essenziali, la Giunta varerà una delibera con cui si ribadirà il radicale cambiamento di strategia e di indirizzo politico. Allora lavoriamo a costruire il percorso più corretto e lineare dal punto di vista giuridico per garantire i servizi nel tempo, tenendo presente che in atto è solo il Comune che eroga le somme necessarie e che quindi non ha senso la moltiplicazione delle responsabilità e dei centri di decisione. Da oggi quindi cambia l'impostazione politica. Da domani, con la prima seduta del tavolo di coordinamento fra le Aziende si costruisce il percorso operativo".

"Ho già costituito un gruppo di lavoro. La mia scelta è di avere un'unica direzione politica del Comune sulle partecipate. In questa prospettiva ho cambiato gli amministratori. Nonostante qualcuno si sia legato alla sedia", ha detto in conclusione il sindaco di Palermo. Il gruppo di lavoro, che si è riunito oggi, vuole affrontare il problema delle partecipate in maniera complessiva. Domani mattina, inoltre, a Palazzo Chigi, si riunisce il tavolo tecnico per sbloccare i primi 5 milioni per la Gesip. "Successivamente - ha spiegato Orlando - avvierò una serie di incontri sulla base di alcune proposte che verranno discusse nella prima riunione della task force. L'incontro verterà sulla gestione unificata di tutti i servizi da parte del Comune di Palermo. Abbiamo bisogno di un vestito giuridico formale per questa operazione. La prossima settimana, poi, spiegheremo ai sindacati il percorso. Ma già sappiamo di avere l'obiettivo di garantire i servizi; le forme e i tempi le valuteremo assieme". [Fonte: €conomiaSicilia.com - Italpress]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

28 agosto 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia