Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Continua senza sosta la ricerca della piccola Denise Pipitone, rapita il primo settembre scorso

Centinaia le segnalazioni e i controlli in tutta Italia, ma Denise ancora non si trova

04 giugno 2005

La piccola Denise Pipitone, scomparsa lo scorso settembre a Mazara del Vallo, sarebbe stata vista a Trieste. Le forze dell'ordine stanno setacciando la città e controllando i confini. Proprio questi ultimi potrebbero essere una facile fuga dall'Italia per chi ha rapito la piccola, favorito in particolare dal traffico dei giorni del ponte ai valichi con la Slovenia, posti ai margini della provincia di Trieste.
L'allarme per le forze dell'ordine era scattato sabato scorso quando un uomo si era rivolto ai carabinieri affermando di aver visto la piccola Denise su un autobus di linea. ''Era lei - ha detto - sono fisionomista e ne sono sicuro. Ho fissato quella bambina che era con una donna, ma per tutto il tempo né la bambina né l'adulta hanno parlato''.
Da sabato scorso, quindi, polizia e carabinieri, con la foto di Denise sul cruscotto, hanno cominciato una serie accurata di ronde che sinora comunque non hanno dato esito.
I carabinieri hanno bloccato per ore il traffico lungo le rive di Trieste. Ufficialmente si è trattato di ''un normale controllo'', ma poi è trapelato che effettivamente si stava dando la caccia ai rapitori della bambina di Mazara del Vallo. Del particolare dell'autobus è stata avvisata anche la Polizia, ma tutto si sta svolgendo nel massimo riserbo. ''L'attenzione c'è - è stato confermato dagli inquirenti - ed è massima''.

Intanto la mamma della piccola, Piera Maggio, ha raccontato di ''aver visionato tantissime foto di bambine in questi ultimi giorni. Ma nessuna di queste era Denise''. E per quanto riguarda la segnalazione a Trieste, la donna taglia corto: "Non so nulla di questa vicenda''.
Piera Maggio continua ad aggrapparsi al viso della bambina impresso nel videoclip girato qualche mese fa con un telefonino da una guardia giurata a Milano. ''Sono certa - ripete - che quella era mia figlia''. Ad avvalorare le sensazioni della donna ci sono anche i rilievi dei Ris dei carabinieri che hanno sovrapposto il volto della bimba del videoclip con le foto di Denise. ''Combaciano perfettamente'', sostiene Piera Maggio. ''Gli investigatori non dicono che sia lei con certezza - rivela la donna - solo perché nel videoclip la bimba aveva le orecchie e l'attaccatura dei capelli coperte da un cappuccio. Per il resto è identica a Denise: il naso, gli occhi, le sopracciglia, le labbra, la forma del viso''. E per la donna il fatto che non si è saputo più nulla di quella bambina e dei rom che erano con lei a Milano ''conferma che la pista era quella giusta''. ''Non parlo solo della somiglianza - aggiunge - ma di tutto il contesto: quella donna rom che chiamava la bimba 'Danas' e lei che rispondeva in perfetto italiano. E poi se non fosse lei, quelle persone si sarebbero già fatte vive, e invece sono sparite, probabilmente hanno tanto da nascondere. Ci sono troppi punti oscuri su questa vicenda, è assurdo che non si riesca a trovare quel gruppo di rom e che nessuno nelle comunità di nomadi sappia nulla''.

Gli inquirenti, inoltre, hanno autorizzato l'esame del Dna su alcune bambine fermate in ogni parte d'Italia per la somiglianza con la piccola Denise. Una tecnica utilizzata alla luce delle decine di segnalazioni che continuano a giungere agli investigatori impegnati nella ricerca della bimba. Ma finora l'esame del Dna ha sempre dato esito negativo.
Gli esami, ha rivelato Piera Maggio, ''sono stati effettuati anche se io in alcuni casi non avevo riscontrato somiglianze tra le bimbe delle foto che mi hanno mostrato e Denise''. ''Penso - aggiunge - che gli investigatori utilizzino questo strumento d'indagine per avere la massima certezza che non si tratti di Denise''. Molte delle bambine, sottoposte all'esame del Dna, sarebbero nomadi.


- www.cerchiamodenise.org

- www.giornalistifreelance.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

04 giugno 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia