Così i quartieri di Palermo si rigenerano

Giardini, orti e arte sociale contro il degrado dei quartieri storici di Palermo

14 maggio 2018
Così i quartieri di Palermo si rigenerano

La prima area recuperata nel quartiere di Ballarò è stata piazza Mediterraneo, una ex discarica trasformata in spazio per la socializzazione con piccole aiuole a verde. Poi altri spazi abbandonati sono stati recuperati dagli abitanti ed è nato anche Gallo Garden, un orto urbano in vicolo Gallo dove sono state piantate zucchine e melanzane. Un progetto realizzato da alcune associazioni (Orto Capovolto, Rotaract Palermo Est, Cooperazione Senza Frontiere, Sos Ballarò, Terradamare, l'Istituto Arrupe e il liceo Catalanoinsieme) insieme agli abitanti del quartiere e al Comune.

Angoli di verde attorno ai quali si creano dinamiche di rigenerazione più profonde: locali e negozietti artigianali che aprono le porte, iniziative culturali che vengono organizzate e palermitani e turisti che vanno a conoscere e vivere quei luoghi. È così anche per l'ultimo "giardino" inaugurato nell'ambito di Ballarò Espò. Stavolta a trasformarsi è una strada: salita Raffadali tra Ballarò e il Cassaro. Un'oasi pedonale e fiorita dove per tutto maggio si potrà passeggiare e sedersi al sole a conversare. Un'installazione temporanea - Su e Giù, un giardino Pop up - pensato per "Palermo, spazio ai fiori", il concorso di allestimento con fiori e piante ornamentali di balconi, davanzali, scale, piazze e strade di Palermo.

Un’installazione architettonica-paesaggistica-artistica realizzata con la collaborazione tra il Comune e un cartello di associazioni e architetti (LandLabPA - UNIPA, Orto Capovolto, AIAPP-Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio, con la consulenza degli architetti Manfredi Leone e Angelica Agnello). Nel giardino di Salita Raffadali troverà posto anche una nuova opera di Make, street artist di Farm Cultural Park.
A Danisinni, invece, il giardino c'è già ed è nato alle spalle della parrocchia su un'area prima occupata illegalmente e data in affidamento alla parrocchia e ad alcune associazioni dalle proprietarie. Qui dopo le piante e gli animali sta per nascere il primo Circo sociale di Palermo dove si potranno apprendere le arti circensi.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 maggio 2018

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia