Crescono i "Ribelli Rompiscatole" per salvare la Sicilia

Cresce il numero dei comitati che fanno riferimento a Francesco Tanasi, segretario nazionale Codacons

06 febbraio 2017
Crescono i ''Ribelli Rompiscatole'' per salvare la Sicilia

Cresce in tutta Sicilia il Movimento dei "Ribelli Rompiscatole", con l'istituzione di oltre 130 comitati, fondato da una  nutrita rappresentanza di cittadini, medici, avvocati, ingegneri, commercialisti, impiegati, rappresentanti di organizzazioni sociali, nell'unico desiderio comune di vedere la Sicilia rinascere a nuova vita.
Il Movimento fa riferimento a Francesco Tanasi, siciliano, Segretario Nazionale Codacons, ormai noto in tutta Italia come "ribelle rompiscatole" e da anni impegnato a difendere i diritti dei cittadini.
"Non è più possibile ignorare i problemi dei cittadini siciliani - affermano i promotori - è necessario che il Governo Nazionale e quello Regionale intervengano a favore del risanamento della Sicilia. Chiediamo azioni concrete in modo da far risollevare la Sicilia dal degrado. Un’isola in cui i cittadini diventano sempre più poveri e si assiste inermi all'aumento della disoccupazione, carente di infrastrutture con strade colabrodo, mezzi di comunicazione inefficienti e ferrovie ancora ad un solo binario. Si rende necessario un intervento mirato e veloce. L'immagine che la Sicilia sta offrendo di sé, non rispecchia le vere bellezze e potenzialità dell’Isola oltre agli innumerevoli disagi per i cittadini che vi abitano e vi lavorano".
I "Ribelli Rompiscatole" vogliono proseguire con tenacia in questa azione per dare riscatto alla Sicilia sempre dimenticata nonostante le innumerevoli potenzialità in grado di esprimere in molti settori della vita sociale e dell'economia.

- www.codacons.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 febbraio 2017

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia