Crisi del settore agricolo: occupata nuovamente la sala consiliare di Salemi

17 ottobre 2005

Nella mattinata di oggi circa 40 agricoltori hanno nuovamente occupato la sala consiliare del Comune di Salemi. La prima occupazione era avvenuta il 27 giugno scorso.
Il sindaco Biagio Mastrantoni commenta: ''Agli agricoltori i governi regionale e nazionale non possono più rinnovare impegni di sostegno, ma fornire concretamente aiuti economici che compensino la grave erosione di reddito che ha colpito soprattutto i viticoltori. Faccio un appello alla deputazione trapanese eletta all'Ars, alla Camera e al Senato perché assumano loro una forte iniziativa che conduca all'emanazione di provvedimenti immediati. Questa crisi sta trascinando in una forte depressione economica molte altre attività. Il perdurare di questo lassismo rischia di alimentare ulteriore sconforto e di preparare il terreno a gesti di esasperazione''.

In una nota gli agricoltori scrivono: ''Riteniamo sconfortante e inadeguata la risposta che i governi regionale e nazionale hanno dato alle richieste di sostegno all'agricoltura e al comparto vitinicolo in particolare. L'eccezionalità e la gravità di questa crisi - di cui in molti ancora purtroppo non avvertono la reale portata - impongono provvedimenti straordinari che possano incidere concretamente sulla crisi del settore. La frammentarietà delle posizioni rischia di indebolire la capacità di contrattazione della categoria mentre l'eccezionalità di questa crisi impone di agire con compattezza e unità d'intenti. A tal proposito abbiamo proposto un incontro tra viticoltori, sindacati, comitati spontanei, presidenti di cantine e sindaci per decidere congiuntamente e di comune accordo e coordinare iniziative di protesta. Riteniamo utile la costituzione di un gruppo di coordinamento per agire con sinergia e più efficacia in tutto il territorio provinciale e per coinvolgere altri settori economici i cui profitti dipendono anche dal redito degli agricoltori (artigiani e commercianti)''.

Comune di Salemi

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 ottobre 2005

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia