Crolla una palazzina a Palermo

Soltanto quattro i feriti colpiti dalle macerie della palazzina crollata per un cedimento strutturale

21 settembre 2010

AGGIORNAMENTO
"In base alle testimonianze non ci sono dispersi. Non c'è stata alcuna esplosione nè di bombola di gas nè di metano, si è trattato di un cedimento strutturale della palazzina".
E' rassicurante, l'ingegnere Gaetano Vallefuoco, comandante provinciale dei Vigili del fuoco che con due squadre dei suoi uomini si è subito recato in via Giuseppe Costa dove stamane è crollata una palazzina di 2 piani.
"L'allarme alla nostra centrale operativa - aggiunge - è arrivato alle 11.28 da parte dei carabinieri che erano stati avvertiti da qualcuno della zona. Durante il crollo due uomini e una donna che erano nella palazzina si sono messi in salvo solo uno sarebbe ferito alla caviglia". Il comandante dei pompieri ha detto che allo stato non può dire se la palazzina fosse a rischio. "Ora faremo - conclude - le ricerche nei nostri archivi. Abbiamo fatto un sopralluogo nei due edifici adiacenti e al momento non sembra ci siano danni rilevanti".
-------------------------------------------------

Una palazzina di due piani è crollata nel quartiere Arenella di Palermo, in via Giovanni Carta. Sul luogo diversi mezzi dei Vigili del Fuoco, polizia e carabinieri.
All'inizio si era ipotizzato che a far esplodere l'edificio fosse stata una fuga di gas invece, secondo quanto spiegato dai Vigili del Fuoco, si è trattato di "un cedimento struttuale" di cui non si conoscono ancora le cause.
Per quanto riguarda le persone coinvolte, oltre ai quattro feriti non gravi, "la prima ricerca ha dato, per fortuna, esito negativo. Al momento i nostri cani non segnalano la presenza di persone rimaste sotto le macerie". Lo ha detto un vigile dell'Unità cinofila della Polizia Municipale di Palermo.

"Era da questa mattina che mia zia mi chiamava e continuava a dirmi: 'ci sta cadendo il tetto addosso sento strani schricchiolii', hanno avuto tutto il tempo di scendere giù e la palazzina in meno di un minuto è crollata, è venuta giù. Questa mattina c'erano muratori al pianterreno, ma non so che lavori stessero facendo". E' la testimonianza di Paola Tarantino, nipote del proprietario della palazzina. Dei feriti, due sono già stati portati via in ambulanza, altri due sono ancora nei pressi della palazzina con le flebo al braccio: un uomo ha riportato una frattura ad una gamba ed è sotto choc.
"All'improvviso ho sentito cadere giù un muro. Mi sono messa a gridare e sono scappata. Pensavo di morire". Piange a dirotto una delle donne ferite nel crollo avvenuto poco prima di mezzogiorno: abitava accanto alla palazzina crollata. Nell'implosione dell'edificio si è staccato una parte del muro e del terrazzo della casa accanto.
Sul posto l'unità cinofila dei Vigili del Fuoco per capire se sotto le macerie c'è qualcuno. I soccorritori chiedono il massimo silenzio a chi sta nelle vicinanze per sentire eventuali lamenti. Ancora non si sa quante persone abitavano nella palazzina. [Adnkronos/Ing]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

21 settembre 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia