Cugine veline e zie annunciatrici: Telestreet, quando la microTv la fai tu

Se siete amanti della tv fai dai da te ...

12 giugno 2003
Una stanzetta di appena 5 metri quadri, una videocamera comprata nel negozio di elettrodomestici dietro l'angolo, un microfono di quelli che vendono per poche lire i cinesi nelle proprie bancarelle e il vostro studio televisivo è pronto.

Se siete amanti della tv fai dai da te, se vi sentite dei novelli autori di telegiornali satirici, stile Striscia la Notizia, se volete far vedere il noiosissimo filmino di 16 ore del vostro viaggio di nozze ai vicini che altrimenti non vedrebbero, oppure se volete semplicemente mettere in mostra le vostre velleità artistiche oggi, con una modica spesa, avrete la possibilità di mettere su la vostra televisione privata e di trasmettere le vostre onde per un raggio di cinquecento metri.

Queste emittenti, che possiamo definire lillipuziane, "molto private" e con "licenza di trasmettere" nell'arco di qualche centinaio di metri per il momento si limitano a poche ore di trasmissione, si contano sulle dita di una mano e trattano argomenti che fanno parte della nostra vita quotidiana: magari un servizio sulla bancarella di frutta e verdura che ha aumentato più del dovuto il prezzo della propria merce, forse un disservizio allo sportello dove il pensionato di turno ha avuto l'ultima discussione con quell'impiegato un po' più antipatico o magari il cagnolino del vicino che, in garage, ha fatto la pipì proprio sulla ruota della vostra macchina.

Queste "libere antenne" sono tutte libere e soprattutto senza pubblicità fra una News e un'altra.

Tanto per ricordarne qualcuna per esempio VicenzaUno ha trattato proprio in diretta e con continui aggiornamenti il tema delle elezioni amministrative. Per realizzare la vostra personale tv privata, come dei novelli Cavalieri, basta pochissimo: un'antenna a pannello di quarta o quinta banda, per intenderci di quelle che hanno la forma di una griglia; un trasmettitore a bassa potenza; un modulatore che catturi il segnale e lo trasmetta, per questo basta un computer che può fungere anche da mixer. Il tutto per la spesa complessiva di 1.400 €.

E allora… cosa aspettate? Mano alla videocamera e convincete i familiari a farvi da presentatori o da showgirls, tirate giù dalla sedia le nonne "velone" dei vostri notiziari e mettete il cane davanti alla tv. Così non potrete dire che nessuno a visto il programma realizzato da voi.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 giugno 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia