Da Catania la soluzione del mistero dei Rotoli del Mar Morto

Un acceleratore di particelle dell'Istituto di fisica nucleare etneo ha permesso di scoprire l'origine dei testi biblici più antichi del mondo

05 luglio 2010

Un acceleratore di particelle ha permesso di scoprire il luogo di nascita dei "Rotoli del Mar Morto". Secondo la ricerca condotta dai Laboratori nazionali del Sud (Lns) dell'Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) a Catania, le pergamene dei testi biblici più antichi del mondo (datati da uno a due secoli avanti Cristo fino a qualche decennio dopo) sono state preparate a Qumran, nella stessa zona sulle rive del Mar Morto in cui mezzo secolo fa sono stati trovati i documenti.
I risultati sono stati presentati in Gran Bretagna, a Surrey, nella conferenza sulla fisica delle particelle Pixe, dal coordinatore dello studio, Giuseppe Pappalardo. A diradare almeno in parte il mistero almeno su una parte di questi documenti antichissimi (che complessivamente sono circa 900) è stato l'uso congiunto di un nuovo sistema di analisi chiamato Xpixe e brevettato proprio dai Laboratori nazionali del Sud dell'Infn e dell'acceleratore di particelle in funzione negli stessi Laboratori.
Sono stati analizzati sette frammenti delle dimensioni di circa un centimetro quadrato in collaborazione con i ricercatori dell'Istituto per i beni archeologi e monumentali del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibam-Cnr).
Non tutti i frammenti appartengono a testi biblici. Alcuni, ad esempio, appartengono al Rotolo del Tempio, che descrive la costruzione e la vita di un tempio e stabilisce le norme su come trasmettere la legge al popolo. [La Siciliaweb.it]

Cosa sono i Rotoli del Mar Morto - I Manoscritti del Mar Morto (o Rotoli del Mar Morto) sono un insieme di manoscritti rinvenuti nei pressi del Mar Morto. Di essi fanno parte varie raccolte di testi, tra cui i Manoscritti di Qumran, che ne costituiscono una delle parti più importanti. I Rotoli del Mar Morto sono composti da circa 900 documenti, compresi testi della Bibbia ebraica, scoperti tra il 1947 e il 1956 in undici grotte dentro e intorno al Uadi di Qumran, vicino alle rovine dell'antico insediamento di Khirbet Qumran, sulla riva nord-occidentale del Mar Morto. I testi sono di grande significato religioso e storico, in quanto comprendono alcune delle uniche copie superstiti note dei documenti biblici prodotte prima del 100 a.C. e conservano la testimonianza della fine del tardo giudaismo del Secondo Tempio. Essi sono scritti in ebraico, aramaico e greco, per lo più su pergamena, ma con alcuni scritti su papiro. Tali manoscritti datano in genere tra il 150 a.C. e il 70 d.C.[2] I Rotoli sono comunemente associati all'antica setta ebraica detta degli Esseni.
I Rotoli del Mar Morto sono tradizionalmente divisi in tre gruppi: manoscritti "biblici" (copie di testi dalla Bibbia ebraica), che costituiscono circa il 40% dei rotoli identificati; manoscritti "apocrifi" o "pseudepigrafici" (documenti noti del periodo del Secondo Tempio, come Enoch, Giubilei, Tobia, Siracide, salmi non canonici, ecc. che non sono stati, in ultima analisi, canonizzati nella Bibbia ebraica), che costituiscono circa il 30% dei rotoli identificati; e manoscritti "settari" (documenti precedentemente sconosciuti, che descrivono le norme e le credenze di un particolare gruppo o gruppi all'interno della maggioranza ebraica) come la Regola della Comunità, il Rotolo della guerra, commento (in ebraico פשר, pesher) ad Abacuc e la Regola della Benedizione, che costituiscono circa il 30% dei rotoli identificati.
Fino al 1968 la maggior parte delle pergamene conosciute e dei frammenti sono stati custoditi nel Museo Rockefeller (già noto come Museo Archeologico della Palestina), a Gerusalemme. Dopo la guerra dei sei giorni, queste pergamene e frammenti furono spostati al Santuario del Libro, presso il Museo d'Israele, che tuttora ne conserva numerosi, mentre altri sono presso l'Istituto Orientale dell'Università di Chicago, al Seminario teologico di Princeton, all'Azusa Pacific University e nelle mani di collezionisti privati. [Wikipedia]

- "I Rotoli del Mar Morto sono stati fatti a Qumran" di Sara Ficocelli

 

 

 

 

 

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

05 luglio 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia