Da oggi viaggiare sullo Stretto sarà più sicuro. Un nuovo radar per la sicurezza

02 agosto 2007

''Finalmente è attivo a Messina il Vts (Vessel Traffic Service), un sistema di sicurezza radar che renderà più sicura ed efficiente la navigazione nello Stretto di Messina. Da settembre sarà operativo al 100 per cento''. Sono le parole del ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi nei giorni scorsi a Messina per l'inaugurazione del nuovo impianto di Forte Ogliastri.
''Stiamo anche studiando - ha aggiunto Bianchi - le nuove rotte per la navigazione nello Stretto, per rendere ancora più sicuro il traffico in questo tratto di mare. Dall'incidente del 'Segesta' avvenuto nelle acque dello Stretto lo scorso 15 gennaio abbiamo fatto di tutto per incrementare la sicurezza''.

Il Vts era già in dotazione alla Capitaneria di Messina, ma solo per la sperimentazione. Con i fondi di 10 milioni di euro, stanziati dal Ministero dei Trasporti, si è invece potuto realizzare il nuovo sistema che è entrerà in funzione nei giorni scorsi, ma sarà a pieno regime da settembre.
Il Vts è un sistema progettato e sviluppato da Set, in raggruppamento con Alenia Marconi System e Finsiel, per il controllo integrato del traffico marittimo, la gestione delle emergenze in mare, il supporto telematico alle attività marittime ed alla sicurezza.
Il sistema si basa sull'integrazione dei dati provenienti dall'utilizzo di sensori radar e radiogoniometrici, di sistemi di gestione portuale, centri di rilevamento meteorologico e sistemi per lo scambio di informazioni audio e dati. A livello nazionale prevede la copertura dei quasi 7.500 Km di costa italiana con sistemi installati in tutti i porti nazionali. E' la Selex Sistemi Integrati e non la Set, come erroneamente detto in precedenza, la società che ha realizzato il Vts di Messina.
I benefici del Vessel traffic service sono la riduzione del 30% dei tempi di carico e scarico delle navi, con un aumento conseguente del 20% della produttività per le compagnie di navigazione; la diminuzione della congestione e dell'inquinamento dei porti e un'efficace interfaccia con le altre strutture di trasporto di terra, che agiscono nello snodo portuale.  [La Sicilia]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

02 agosto 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia