Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Dal 20 al 21 aprile sciopero nazionale del personale ferroviario, proclamato dalla gran parte dei sindacati

Venerdì 22 aprile, 4 ore di sciopero degli addetti al trasporto pubblico locale

19 aprile 2005

AGGIORNAMENTO
Salta di nuovo lo sciopero di 24 ore dei ferrovieri. L'agitazione prevista domani e dopodomani slitta al prossimo 12 maggio. Lo hanno deciso i sindacati di categoria al termine di una trattativa con i vertici delle Ferrovie. La protesta, sempre di 24 ore, è stata rinviata al 12, dalle 21 alla stessa ora del 13 maggio.
___________________________

Era previsto per il 10 e l'11 aprile, ma si è deciso di sospenderlo in quanto coincideva con i funerali e le manifestazioni commemorative per la morte di Papa Giovanni Paolo II.
Ma una nuova astensione dal lavoro di 24 ore del personale ferroviario è stata proclamata per le 21 di mercoledì 20 alla stessa ora di giovedì 21, dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt, Ugl, Orsa e Fast. Alla protesta aderirà anche la Cub Trasporti, secondo quanto annunciato dai rappresentanti del sindacato di base durante un incontro.

L'azione di sciopero è stata decisa a sostegno della sicurezza, di un piano di impresa orientato allo sviluppo, per il ritiro degli atti unilaterali, il rispetto del contratto, il ripristino delle relazioni sindacali, il rinnovo del secondo biennio economico del contratto, le clausole sociali e contro le esternalizzazioni.
Ma gli scioperi nel settore ferroviario non si fermano qui. Sono in arrivo altre proteste sempre a sostegno della sicurezza, secondo la Cub Trasporti.
Nuove date di astensioni dovranno infatti essere decise dal cosiddetto ''movimento 12 Gennaio'', organizzazione di base dei ferrovieri di cui fanno parte Rsu-Rls, la stessa Cub, il Sult e una parte dell'Orsa.
''Sul delicatissimo tema della sicurezza non ci sono state risposte... e, viceversa, si continuano ad installare tecnologie obsolete e nocive e si mantengono modifiche regolamentari mirate unicamente alla riduzione di personale ed al recupero economico'', è stato scritto nel comunicato redatto dai sindacati.
Dopo i tentativi di raggiungere un accordo con l'azienda, i sindacati hanno deciso una nuova azione di protesta a sostegno della piattaforma unitaria per lo sviluppo del trasporto ferroviario, conclude il comunicato.
Il 21 marzo le sigle sindacali di base, Cub, Sult e Rls avevano scioperato per 8 ore sempre per protestare contro la carenza di sicurezza sui binari.
Una nuova ondata di proteste per chiedere maggiori condizioni di sicurezza sulle linee ferroviarie è iniziata nel mese di gennaio dopo che uno scontro tra due treni, avvenuto sulla linea a binario unico Bologna-Verona nei pressi di Crevalcore (Bo) il 7 gennaio, ha provocato la morte di 17 persone.

Confermato infine anche lo sciopero nazionale degli addetti al trasporto pubblico locale per venerdì 22 aprile. L'astensione degli autoferrotranvieri, di 4 ore con modalità diverse a livello territoriale, è stata proclamata da Fit Cgil, Fit Cisl, Uilt, Ugl e Faisa Cisal, ed è legata al trattamento economico del periodo malattia da parte delle associazioni datoriali Asstra e Anav.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 aprile 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia