Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Dal Rapporto annuale Inail. Nel 2004 le ''morti bianche'' in Italia sono diminuite

Nel 2004 meno infortuni sul lavoro, ma le tragedie sono sempre dietro l'angolo

20 luglio 2005

Nel Rapporto 2004 dell'Inail (Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) si legge di una diminuzione degli infortuni mortali e, in misura più contenuta, di tutti gli incidenti sul lavoro.
Il Rapporto annuale infatti rivela che sono stati 966.568 i casi denunciati lo scorso anno, 11 mila in meno rispetto al 2003, con un calo dell'1,1%. Calo netto degli incidenti mortali, passati dai 1.430 del 2003 ai 1.278 del 2004. Il tragico primato dei casi mortali, comunque, spetta al settore dell'industria (1.098). Il Rapporto annuale Inail permette, infatti, di analizzare i dati riferiti alle singole categorie di lavoratori.

Infortuni fra i giovani
Sono 9.491 i lavoratori giovanissimi colpiti da infortuni sul lavoro nell'anno 2004. È proprio nella categoria fino a 17 anni, infatti, che si è registrato un più marcato calo degli infortuni, diminuiti del 13,2%, (da 10.930 a 9.491). Nell'ultimo anno, poi, gli infortuni per i lavoratori tra i 18 e i 34 anni sono stati 393.988 (oltre 18 mila in meno rispetto al 2003). Al contrario, risultano in aumento gli incidenti tra i lavoratori più anziani.

In crescita gli infortuni tra le donne lavoratrici
In tutti i settori gli infortuni hanno registrato un incremento dell'1,5%. Tuttavia, per comprendere meglio questo dato, va tenuto presente che nel 2004 l'occupazione femminile ha conosciuto un aumento quasi doppio rispetto a quella maschile.

Allarmante il dato degli infortuni tra gli Statali
Anche tra i dipendenti statali, purtroppo, il numero degli infortuni non è diminuito: mentre nei settori dell'industria, dei servizi e dell'agricoltura c'è stata una diminuzione fra l'1,2 e il 3,2% rispetto al 2003, per i dipendenti in conto Stato sono invece aumentati del 9%. In crescita (da 78.500 a 82.500) anche i cosiddetti infortuni in itinere, cioè quelli avvenuti durante il tragitto per raggiungere il luogo di lavoro.

Incremento anche per i dati relativi ai lavoratori gli stranieri
I dati relativi ai lavoratori extracomunitari evidenziano un incremento di infortuni, che si accompagna però a un aumento di iscrizioni all'Inail. Nel 2004, infatti, sono stati quasi 116mila gli incidenti subiti dagli stranieri che lavorano in Italia, vale a dire oltre il 12% delle denunce pervenute. Un aumento del 6% rispetto al 2003. In crescita anche i casi mortali: 167, pari al 13% del complesso dei decessi. Questi dati sono spiegabili anche con l'aumento del numero di lavoratori stranieri assicurati all'Inail, che sono un milione e 800 mila, il 5% in più rispetto allo scorso anno.

Regioni e settori
Sono le Marche, il Molise e il Friuli Venezia Giulia le regioni italiane in cui si è registrato il maggior calo di infortuni nel settore dell'industria e dei servizi. Una tendenza che si evidenzia in tutte le regioni, ad eccezione di Trentino Alto Adige, Emilia Romagna e Sardegna, dove gli aumenti sono comunque di lieve entità. I settori con maggiori incidenti sono stati costruzioni, commercio, trasporti, industria dei metalli e meccanica. In tutti questi casi, però, la diminuzione degli incidenti e delle morti bianche è stata costante. In aumento, invece, il numero degli infortuni tra i lavoratori della sanità e dei servizi sociali.

I costi
Il Rapporto fa riferimento anche alle voci di spesa. Il costo degli infortuni per la finanza pubblica è di 28 miliardi di euro l'anno, con oltre 17 milioni di giornate lavorative perse. Secondo l'Inail, ''la fase attuativa del programma di incentivazione alla prevenzione destinato alle piccole e medie imprese italiane ha prodotto risultati significativi''. Al 31 dicembre 2004 i fondi stanziati dall'Inail ammontano a circa 310 milioni di euro di cui 178 milioni per finanziamenti già deliberati, con identificazione dell'impresa da finanziare. [Repubblica.it]

(Nella foto: ''Incidente sul lavoro'' 1968, opera di Cecilia Ravera Oneto)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

20 luglio 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia