Debutta stasera a Palermo il kolossal musicale ''I Dieci comandamenti''

Nel grande cast dello spettacolo record in tutta Europa, anche tre siciliani

17 luglio 2003
E’ per oggi il debutto, al teatro di Verdura di Palermo, del musical "I Dieci comandamenti", il kolossal dei record, in tournè in tutta Europa e visto da oltre due milioni di persone.
Solo in Italia finora ha avuto ben 150 mila spettatori.

Lo spettacolo rimarrà in Sicilia fino alla fine del mese, a Palermo dal 17 al 20 luglio, all’interno del cartellone estivo del Teatro Massimo, passerà poi a Catania, dove rappresenta il piatto forte dell'estate organizzata dal Comune, dal 26 al 29 in un apposito anfiteatro costruito nella Villa Bellini.

I numeri di questo kolossal sono veramente ''biblici'': una compagnia di cento persone, 12 tir per le scenografie, un palco largo quaranta metri con tre megaschermi da cento metri quadrati, passerelle, botole, troni, sfingi.
In questo spazio multimediale la notissima vicenda di Mosè che guida gli ebrei fuori dall'Egitto e dalla schiavitù è narrata da nove straordinari cantanti-attori cui fanno da corona 38 ballerini-acrobati.

Del cast – come in tutte le grandi compagnie di canto, a cominciare da quelle liriche, ogni ruolo è doppio per garantire eventuali sostituzioni – fanno parte ben tre siciliani: Giò Fascella, palermitano. Monia Gagliano, di Bagheria, e il catanese Daniele Cancelliere. Tra i ballerini, poi, c'è il messinese Fabio Scotto.

Giò Fascella, che in scena interpreta Sethi, il perfido faraone, ha 33 anni. E’ nato a Palermo – nel quartiere Falsomiele, come tiene a sottolineare –, ha lasciato la Sicilia quando aveva tre anni per Voghera. Ed è qui che abita, mentre i suoi genitori sono tornati a Palermo. Anche Daniele Cancelliere, 37 anni, che in scena interpreta Giosuè, ha la famiglia in Sicilia, a Catania, anche se da dieci anni vive a Bologna.
Monia Gagliano, 18 anni, di Bagheria (PA), ha vissuto in Sicilia fino ai 16 anni prima di trasferirsi a Ferrara. Fabio Scotto, messinese, ballerino ventunenne, da poco vive a Roma.

In bocca al lupo, quindi, a questi giovani con il sole dentro le vene, che per entrare nel corpo di ballo hanno affrontato delle severe selezioni tra 350 persone

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 luglio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia