Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Definite le alleanze per i ballottaggi in Sicilia

Dopo gli apparentamenti nuovi scenari in molti dei comuni siciliani che domenica e lunedì tornano al voto

07 giugno 2011

Mancano pochi giorni al secondo turno delle elezioni amministrative, giorni in cui passo dopo passo si ridisegnano equilibri ed alleanze in vista dei ballottaggi di domenica e lunedì.
A BAGHERIA (PA), dopo l'uscita di scena dalla competizione del sindaco uscente Biagio Sciortino, al ballottaggio si confronteranno Vincenzo Lo Meo, candidato del Terzo polo (che è riuscito a ricompattare anche il Partito democratico che al primo turno era andato diviso) e quello del centrodestra Bartolo Di Salvo. A sostenere il primo una coalizione che comprende Fli, Udc con Casini, L’altra Bagheria, Democratici per Bagheria e Unità democratica; il secondo ha l’appoggio del Pdl, del Pid e di "Bagheria popolare" che al primo turno sosteneva il sindaco uscente Biagio Sciortino.
A VITTORIA (RG) la situazione si presenta complicata. Italia dei Valori, a cui non va giù l'apparentamento con l'Udc a sostegno di Pippo Nicosia (centrosinistra) decide di ritirare il suo appoggio. A sostenere Pippo Nicosia ci saranno oltre al Partito Democratico, Sinistra Unita, Udc ed alcune liste civiche. Sul fronte opposto Carmelo Incardona, esponente di Forza del Sud, è in corsa con l'appoggio di tutto il centro destra.
Nuovi scenari anche a CAMPOBELLO DI MAZARA (TP) dove Daniele Mangiaracina, del centrodestra, sostenuto da Sicilia Vera e Alleanza per la Sicilia raccoglie nuovi consensi tra Popolari e Liberali nel Pdl, Forza del Sud e Noi Sud Nuovo Secolo. Nessuna novità in vista in casa del centrosinistra dove Ciro Caravà conferma la coalizione del primo turno. Nell'Agrigentino per i ballottaggi non si è raggiunto alcun apparentamento.
Niente apparentamenti nell'Agrigentino. A CANICATTI' si contenderanno la vittoria Vincenzo Corbo, sostenuto da una lista civica (23,05%), e Gaetano Cani, spalleggiato da Fli, Udc e tre liste civiche (20,62%). A FAVARA si sfideranno Rosario Manganella, candidato di Forza del Sud, Pid, Mpa, Pdl e due liste civiche (46,03%) e Carmelo Vitello, appoggiato da Fli ed una civica (37,35%). A PATTI, Mauro Aquino ufficializza l'alleanza con la lista del gruppo 'Progetto Patti', che in prima battuta aveva appoggiato il candidato Nicola Calabria. Tutto come prima, invece, per Luigi Gullo.
Nessun apparentamento per i due candidati a RAMACCA (CT), Giampiero Musumeci dell'Mpa (che al primo turno ha ottenuto il 29,80 per cento) e Franco Zappalà del Pd (fermatosi al 25,70). Nessuna sorpresa a CAPO D'ORLANDO (ME): l’uscente Enzo Sindoni (che si è fermato ad una manciata di voti dalla riconferma col 48%) se la vedrà con l’avvocato amministrativista Salvatore Librizzi che riparte dal 24%.

[Informazioni tratte da Ansa, GdS.it, Corriere del Mezzogiorno-Italpress]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

07 giugno 2011
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia