Devastato un autoparco Onlus tra Bagheria e Casteldaccia: intimidazione mafiosa o di un concorrente criminale?

28 novembre 2007

I carabinieri indagano a Casteldaccia (PA) su quella che in un primo momento è sembrata una vera e propria spedizione punitiva o un'intimidazione in stile mafioso ai danni della società Onlus San Giuseppe, specializzata nel trasporto di disabili e dializzati per conto della Asl 6 nel distretto di Bagheria.
La scorsa domenica pomeriggio due malviventi hanno sequestrato il custode dell'autoparco dell'Onlus sotto la minaccia delle armi e devastato, appiccando le fiamme, una parte consistente del parco macchine: diciotto auto, un'ambulanza e tre furgoni. Dopo aver versato del liquido infammabile e provocato il grosso incendio, si sono allontanati con l'ostaggio, Rolando Russo, 40 anni, abbandonato pochi chilometri più in là.

Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Marco Formentin, stanno cercando di fare luce nel contesto degli interessi che girano attorno alle attività di volontariato che di fatto gestiscono un grosso volume di posti di lavoro e denaro legato ai servizi appaltati dagli enti pubblici. Nel caso della Onlus San Giuseppe, fra le ipotesi c'è quella che vedrebbe qualche concorrente che voleva mettere fuori gioco un forte rivale. Di certo c'è il notevole il danno subito dalla società (70 dipendenti, 80 soci, un centinaio di mezzi e convenzioni anche con Comuni come Bagheria, Santa Flavia e Ficarazzi) che, a quanto si è venuto a sapere, si apprestava a partecipare a una gara indetta dall'assessorato regionale alla Sanità per il rinnovo del servizio di trasporto di disabili e dializzati.
Il titolare della Onlus San Giuseppe, Fabio La Mantia, ha escluso di avere ricevuto in passato intimidazioni e richieste di pizzo. ''Casomai - ha affermato - quanto accaduto potrebbe essere il gesto messo in atto da qualche cooperativa concorrente che opera nel nostro stesso settore. Ma anche se ora siamo costretti a un rallentamento, spero di risolvere tutto nel giro di qualche giorno ricorrendo al leasing per sostituire i mezzi distrutti''.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

28 novembre 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia