Diminuito il numero degli spettatori

Alla crescita degli schermi non corrisponde una crescita di presenze

01 aprile 2003
L'estate 2003 al cinema ''si annuncia molto povera''. E' la previsione Gianantonio Furlan, presidente del gruppo multicinema Anec.
E un altro dato è sconfortante: alla crescita del numero di  schermi non corrisponde un'analoga crescita di presenze nelle  sale cinematografiche. Nel corso del 2002, infatti, rispetto all'anno precedente, i biglietti venduti nei cinema sono diminuiti, secondo le rilevazioni Cinetel, in dieci città principali (cosiddette capozona) su dodici.

Aumenti di presenze si sono registrati - scrive il Giornale dello Spettacolo - solo a Genova (+17,54%) e a Torino (+2,27%), mentre tutti gli altri centri hanno fatto registrare un segno negativo: Roma (2,81%); Milano (10,94%); Napoli (8,29%); Firenze (12,95%); Bologna (6,24%); Cagliari (22,55%); Padova (10,06%); Ancona (11,03%); Bari (8,96%); Catania (1,16%).

In numerosi casi le perdite nelle città sono compensate dalle presenze in una serie di multiplex
costruiti nei comuni limitrofi, ma resta da stabilire quanti centri vicini ai multiplex, oltre alla città capozona, sono stati penalizzati.

Fonte: Ansa

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

01 aprile 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia