Dipendenti a caccia di sesso virtuale, si apre una nuova piaga in ufficio

16 settembre 2002
L'abuso della posta elettronica e di Internet, inclusa l'abitudine di scaricare materiale pornografico, è un fenomeno sempre più diffuso negli ambienti di lavoro e costringe sempre più spesso i dirigenti aziendali ad azioni disciplinari.
E' quanto si deduce da uno studio condotto in Gran Bretagna dallo studio legale Klegal e dalla rivista ‘’Personnel magazine’’.

La ricerca è stata fatta su un campione di 212 aziende britanniche con più di 50 dipendenti. I dati parlano di 358 casi disciplinari relativi all'uso della posta elettronica e di internet, contro i 326 interventi per violenza, disonestà e violazione delle norme sanitarie e di sicurezza.
Il 20 % delle aziende hanno dichiarato di monitorare quotidianamente l'uso della posta elettronica e di internet da parte dei dipendenti. In una precedente ricerca di Klegal, la percentuale era dell'11 %.

La ricerca, infine, ha evidenziato che i dipendenti sono più spesso licenziati per lo scambio di materiale pornografico che per l'invio di e-mail contenenti materiale dannoso per l'azienda.
“E' un problema molto serio sia per i lavoratori sia per i responsabili del personale. Ed è in continua crescita", ha dichiarato alla CNN Noel O'Reilly, direttore di "Personnel Today”

Fonte: CNN

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

16 settembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia