Don Fortunato Di Noto minacciato e calunniato via web dopo la partecipazione al programma AnnoZero

06 giugno 2007

''A Di Noto interessa soltanto proteggere l'attività di stupro di minori indicata da Gesù, proteggere la devastazione sociale e il delirio di dominio dei cristiani''. ''Don Di Noto è un maiale... un pedofilo terrorista. Che copre la mafia cattolica''.
Sono su questo tono le incredibili calunnie, ingiurie e minacce lanciate su alcuni portali molto frequentati del web contro don Fortunato Di Noto, il sacerdote fondatore dell'Associazione antipedofilia Meter, dopo la partecipazione alla trasmissione AnnoZero di Michele Santoro la scorsa settimana, quando è stato mandato in onda il documentario sui preti pedofili della Bbc che ha scatenato grandi polemiche.
Parole pesanti che hanno convinto don Fortunato a querelare per calunnia, diffamazione e ingiurie gli autori di questi post e a chiedere l'intervento della Polizia Postale e delle Comunicazione.

''L'attacco più duro, in questo campo è diffamare deliberatamente chi è prete e opera dalla parte dei bambini'', ha detto il sacerdote, che rende nota un'altra frase che gira in internet: ''A me don Di Noto puzza lontano un miglio, credo che abbia trovato il modo di visionare e scambiare materiale pedopornografico restando impunito [...] Con i suoi occhietti allucinati sta sempre davanti al monitor navigando alla ricerca di quel tipo di file. Poi a me i preti-specialisti (di prostitute, pedofilia, droga ecc), non mi convincono molto''.
Don Fortunato Di Noto e il Direttivo di Meter hanno dichiarato: ''Nessuna paura, non mi faccio intimidire da nessuno. Quello che è importante è aver salvato i bambini dagli uomini crudeli e pedofili, e aver contribuito a consegnare alla giustizia i carnefici. Ma credo che ci siano grandi responsabilità per come si gestisce un problema così complesso, qual è la pedofilia. Questa non è libertà di parola, questi sono reati contro una persona e il suo intenso lavoro, con Meter, a tutela dell'infanzia''.

A don Fortunato di Noto è arrivata la piena solidarietà dal deputato dei Ds Giuseppe Lumia, vicepresidente della Commissione parlamentare Antimafia. ''Don Di Noto - ha dichiarato Lumia - è da anni impegnato in una durissima lotta contro tutte le forme di pedofilia e di pedopornografia, un vero olocausto del nostro tempo di vittime innocenti e un'onta per la nostra civiltà, che non può conoscere divisioni e che chiede a tutta la società, e in particolar modo alla politica, un maggiore impegno e una maggiore vigilanza''.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 giugno 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia