Dopo 15 anni, la fine...

Il matrimonio, anche in Italia, è un'istituzione sempre più in crisi. Un matrimonio su 4 finisce dopo 15 anni

22 luglio 2010

In tredici anni in Italia i divorzi sono più che raddoppiati. Nel 2008 le separazioni sono state 84.165 e i divorzi 54.351, con un incremento rispettivamente del 3,4 e del 7,3% rispetto all'anno precedente. I due fenomeni sono in continua crescita: nel 1995 si verificavano 158 separazioni e 80 divorzi ogni 1.000 matrimoni, nel 2008 si arriva a 286 separazioni e 179 divorzi. E' quanto emerge dai dati diffusi dall'Istat sulle rilevazioni sulle separazioni e sui divorzi condotte presso le cancellerie dei 165 tribunali civili. I dati sono relativi ad ogni singolo procedimento concluso dal punto di vista giudiziario nell'anno di riferimento.
La durata media del matrimonio al momento dell'iscrizione a ruolo del procedimento di separazione è risultata pari a 15 anni, 18 anni in media per i divorzi. L'età media alla separazione è di circa 45 anni per i mariti e 41 per le mogli; in caso di divorzio raggiunge rispettivamente 46 e 43 anni. Questi valori sono andati aumentando negli anni sia per una drastica diminuzione delle separazioni sotto i 30 anni, anche per effetto della posticipazione delle nozze verso età più mature, sia per un aumento delle separazioni con almeno uno sposo ultrasessantenne.
La tipologia di procedimento prevalentemente scelta dai coniugi è quella consensuale: nel 2008 si sono chiuse consensualmente l'86,3% delle separazioni e il 77,3% dei divorzi. Il 70,8% delle separazioni e il 62,4% dei divorzi hanno riguardato coppie con figli avuti durante la loro unione.
Fino al 2005 ha prevalso l'affidamento esclusivo dei figli minori alla madre. Nel 2006, la legge 54/2006 ha introdotto l'istituto dell'affido condiviso dei figli minori come modalità ordinaria. Nel 2008 il 78,8% di separazioni con figli è stata con affido condiviso contro il 19,1% di quelle con figli affidati esclusivamente alla madre. [Adnkronos]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

22 luglio 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia