Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Dopo gli attentati di Bruxelles

Innalzate le misure di sicurezza negli aeroporti e porti di Catania e Palermo

25 marzo 2016

Rigide misure di sicurezza all'aeroporto di Catania dopo gli attentati di Bruxelles: fino al 30 marzo potrà accedere solo chi deve partire, ovvero chi ha una carta d'imbarco o chi deve acquistare un biglietto aereo. Rimangono fuori parenti e accompagnatori, tranne chi deve assistere passeggeri con esigenze particolari.
La misura di sicurezza è stata adottata per evitare che nello scalo ci siano troppe persone, facilitando così alle forze dell'ordine i controlli in un periodo, quello pasquale, di grande afflusso di passeggeri. I controlli agli ingressi vengono effettuati da guardie giurate.

"Non sarà possibile - spiega la Sac, la società che gestisce lo scalo - accedere con mezzi privati alla rampa delle partenze per accompagnare i passeggeri. L'accesso sarà consentito soltanto alle vetture con a bordo passeggeri a ridotta mobilità che abbiano compilato una specifica richiesta on line, ai taxi, agli Ncc (noleggio con conducente), agli autobus urbani e a quelli interprovinciali. La rampa Partenze - continua la Sac - è chiusa anche per le navette dei parcheggi privati, degli hotel e dei tour operator, che potranno caricare e scaricare i propri passeggeri negli stalli dedicati agli Ncc e limitrofi all'area manutenzione Sac". Per venire incontro agli utenti, è stato esteso fino a 30 minuti la franchigia gratuita in tutti e quattro i parcheggi dell’aeroporto.

All'aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo è stato invece potenziato il pattugliamento con unità cinofile e rafforzato il controllo delle aree esterne.
Sempre a Palermo, l'Autorità portuale ha predisposto la massima allerta nei controlli, sollecitando in questa direzione le guardie giurate ai varchi, alla control room e alle ronde, e il proprio personale di security. Inoltre l'Ente portuale ha dato disposizioni alle compagnie di navigazione perché incrementino la percentuale dei controlli delle autovetture in imbarco che accedono alle port facilities.

"L'autorità portuale - dice l'ente in una nota - oltre a collaborare fattivamente con le forze dell'ordine, ha sempre individuato ogni soluzione possibile per garantire la massima sicurezza del porto e ha attivato già lo scorso anno una serie di strumenti per migliorare i servizi di controllo da parte dell'agenzie delle dogane, della guardia di finanza e della polizia di Stato, in particolare per i passeggeri e le autovetture dell'area extra Schengen".

[Informazioni tratte da ANSA, Lasiciliaweb.it, GdS.it]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

25 marzo 2016
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia