Dramma Antico, la scuola riapre e prepara due tragedie e una commedia

07 marzo 2002
La scuola era chiusa dal 1997, travolta dalla crisi del Dramma antico.

Da qualche giorno l'istituto dedicato a Giusto Monaco, fucina di giovani attori, ha riaperto i battenti.

Una specie di segnale a testimoniare la pressoché‚ definitiva rinascita delle attività dell'Istituto nazionale del Dramma Antico in coincidenza con un ciclo di spettacoli classici che, anche grazie alla regia di Luca Ronconi, molti vedono come "di svolta" verso la riappropriazione da parte della città dell'Inda, un bene che in molti nei salotti culturali della città considerano proprio della siracusanità.

Una riapertura un po' alla chetichella, con i locali "storici" della scuola in via Gargallo, a Ortigia, che ancora in parte risentono dei cinque anni di inattività. Poco male, rispetto alla grande novità della ripresa delle attività di una vera e propria istituzione nel teatro classico, la cui direzione è stata affidata a Manuel Giliberti, già presidente dell'Inda subito dopo la scomparsa di Giusto Monaco.

Una ripresa che, tra l'altro, è segnata da una "masterclass" al quale partecipano trenta attrici, frutto di un casting fatto dallo stesso Ronconi in preparazione del ciclo di tragedie che si apre a maggio con due tragedie, il Prometeo e le Baccanti, e una commedia, Le Rane.

Passo importante perché‚ rappresenta un vero e proprio ritorno ad un passato in cui le produzioni dell'Inda erano degli eventi che nascevano proprio da Siracusa, anche in parte rilevante dall'attività della scuola di teatro, che ha "sfornato" attori di primissimo ordine.

Fonte: GdS

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

07 marzo 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia