Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Due indagati per la tragedia a Motta Sant'Anastasia

Sono il capostazione locale e un collega dei due operai travolti da un treno

03 settembre 2008

Due persone sono indagate nell'ambito dell'inchiesta sull'incidente del lavoro avvenuto l'altro ieri nella stazione ferroviaria di Motta S. Anastasia. Sono il locale capostazione, Giuseppe Apa, di 61 anni, e un collega dei due operai deceduti dopo essere stati travolti da un treno: Castrense Cassaro, di 58 anni, in qualità di addetto alla sicurezza del gruppo.
L'ipotesi di reato ipotizzata dal procuratore aggiunto di Catania, Vincenzo Serpotta, è di omicidio colposo plurimo. L'iscrizione nel registro degli indagati dei due dipendenti delle Ferrovie è un atto dovuto e necessario alla svolgimento dell'autopsia delle due vittime, fissata per venerdì nell'obitorio dell'ospedale Garibaldi di Catania e che sarà eseguita dal medico legale Carlo Rossitto.

"Nessun'altra notizia - ha osservato il procuratore aggiunto Serpotta - allo stato può essere disvelata come imposto dal rigoroso riserbo investigativo che si è inteso dare alla complessa e delicata indagine in corso".
Le attività investigative sono state delegate dalla magistratura a personale della polizia giudiziaria della Polfer.

Il direttore regionale dell'Inail Carlo D'Amato dopo aver espresso la sua solidarietà ai familiari dei due operai delle Ferrovie morti nel catanese ha confermato "la disponibilità dell'ente a definire rapidamente, in concorso con le istituzioni preposte, le parti sociali e gli altri enti interessati, una efficace strategia indirizzata a rafforzare la sicurezza nei luoghi di lavoro e la consapevolezza del rischio da parte dei lavoratori". "Siamo in attesa della comunicazione della procura competente - ha aggiunto - per la tempestiva costituzione di parte civile nei confronti dei responsabili e per supportare l'azione del pubblico ministero, se ritenuta necessaria, con le professionalità disponibili". "L'Inail Sicilia - ha concluso - ha in corso importanti iniziative di informazione e formazione per i responsabili dei lavoratori per sicurezza, che operano nel territorio siciliano, in collaborazione con gli enti cointeressati alla formazione di tali figure professionali"

Fonte: La Siciliaweb.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 settembre 2008
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE