Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

E' arrivato il tempo di cominciare a pagare le rate dell'Imposta comunale sugli immobili (Ici)

Fino al 30 giugno è possibile versare la prima rata dell'Ici

08 giugno 2005

Fino al 30 giugno è possibile versare la prima rata dell'Imposta comunale sugli immobili (Ici) che, secondo le previsioni, dovrebbe portare nelle casse dei Comuni italiani circa 10 miliardi di euro.
Anche quest'anno in molti dovranno fare i conti con le nuove aliquote, infatti sono molti i capoluoghi di Provincia che hanno modificato le percentuali sulla cui base va calcolato il versamento del tributo.
I ritocchi più consistenti riguardano l'aliquota ordinaria e sono praticamente tutti all'insegna dell'aumento. Tale incremento non è è stato deliberato da nessun capoluogo siciliano.
A rivedere l'aliquota per la prima casa sono invece 15 città: 6 l'hanno abbassata mentre 9 l'hanno aumentata, tra queste anche la città di Messina.
Sostanzialmente l'andamento non si discosta molto da quanto avvenuto lo scorso anno.

Il tributo va pagato in due rate. Una, dal 1 al 30 giugno, è pari al 50% dell'imposta dovuta, calcolata sulla base dell'aliquota e delle detrazioni dei 12 mesi dell'anno precedente.
La seconda, invece, tra il 1 e il 20 dicembre a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno. Sarà conteggiata applicando le aliquote e le detrazioni deliberate per il 2005 e sottraendo quanto già versato come acconto.
Il versamento può essere effettuato anche in un'unica rata entro il termine previsto per l'acconto.

Chi possiede più di un immobile nello stesso Comune potrà effettuare un unico versamento. Mentre quando sono situati in Comuni diversi è necessario effettuare distinti versamenti.
Da ricordare che per la prima casa viene riconosciuta una detrazione minima di 103,29 euro.
Regole particolari riguardano i fabbricati condonati: se il proprietario non conosce ancora la rendita catastale dell'immobile, potrà versare l'imposta sulla base di un valore convenzionale di 2 euro per ogni metro quadrato di opera edilizia che si vuole regolarizzare.
Il conguaglio, senza sanzioni né interessi, avverrà quando sarà determinata la rendita catastale.


Per visionare la mappa completa dei Comuni
(clicca qui)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

08 giugno 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia