E' nato Out Travel, il Network di agenzie dedicate agli omosessuali

Secondo uno studio i margini di guadagnano sono più alti

13 giugno 2003
Il turista omosessuale viaggia in media il 14% in più di quello eterosessuale e spende molto di più dal momento che le destinazioni preferite sono quelle europee (+139% rispetto al viaggiatore eterosessuale) e soprattutto quelle extraeuropee (+212%).

Per questo Out Travel, agenzia di viaggi online, ha deciso di dare il via alla prima rete di agenzie gay-friendly italiane, con sei strutture partner a Milano, Torino, Mestre, Pisa, Roma e Bari. L'idea, spiegano gli organizzatori, è semplice: Out Travel, come agenzia di viaggi on line, non riesce a soddisfare tutta la domanda turistica del settore; il suo lavoro può però essere messo a frutto dalle agenzie affiliate che hanno al tempo stesso modo di farsi conoscere dai potenziali clienti.

Secondo un'altra ricerca, nonostante i viaggiatori gay e lesbici rappresentino il 3,5% del mercato, i loro acquisti incidono per un 5%, raggiungendo nei soli Stati Uniti la cifra di 2,9 miliardi di dollari.

Da un altro studio dell'Università di Bologna emerge che il 35% del campione preso in esame fa oltre 3 vacanze all'anno, spendendo per il 60% più di 1000 euro all'anno e per il 21% oltre 2 mila euro. 
   
Fonte: Siciliatravel

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

13 giugno 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia