Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

E va via anche Caterina Chinnici

L'assessore alle Autonomie locali ha rassegnato stamane le dimissioni

05 luglio 2012

L'assessore regionale per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici, ha rassegnato stamattina le proprie dimissioni direttamente nelle mani del presidente Raffaele Lombardo.
La figlia del giudice istruttore Rocco Chinnici, ucciso dalla mafia nel 1983, sarà il nuovo responsabile del Dipartimento della giustizia minorile del ministero della Giustizia. Alla guida di uno dei più delicati settori del dicastero di Via Arenula il Guardasigilli Paola Severino ha così scelto un magistrato con alle spalle una lunga e approfondita esperienza nel campo dei minori.
Caterina Chinnici è stata la più giovane magistrato in Italia nominato capo di un ufficio giudiziario, quello di procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Caltanissetta, dal 1995 al 2008, e presso il Tribunale per i minorenni di Palermo, dal 2008 al 2009. Numerosi gli incarichi di consulenza e di collaborazione che ha ricoperto al ministero della Giustizia e presso la Presidenza del Consiglio dei ministri prima di accettare l'incarico, nel giugno del 2009, di Assessore nel Governo della Regione Sicilia. Al Dipartimento della Giustizia minorile Caterina Chinnici subentra a Manuela Romei Pasetti, dimessasi lo scorso marzo per motivi personali.

Per spiegare le regioni delle sue dimissioni si è presentata in conferenza stampa assieme al governatore Raffaele Lombardo a Palazzo d'Orleans, sede della Presidenza della Regione siciliana. "È stata una esperienza bellissima, impegnativa e a tratti difficile - ha detto Chinnici, che per il ruolo di assessore lasciò l'incarico al Tribunale dei minori di Palermo - Ringrazio Lombardo che mi ha chiamato al governo stravolgendomi la vita e per avere rispettato il modo in cui ho svolto il mio ruolo di assessore tecnico con l'imparzialita che il presidente mi ha riconosciuto. Il bilancio è decisamente positivo e lascio in modo sereno". "Sono onorata e felice per l'incarico che mi ha conferito il ministro Severino che mi riporta in un settore in cui ho lavorato per metà della mia carriera. Vado via dal governo della Sicilia con un po' di dispiacere ma lascio con la consapevolezza di avere raggiunto gli obiettivi che mi ero proposta".
Ai cronisti che le hanno chiesto se abbia provato imbarazzo dopo la notizia dell'inchiesta a carico del governatore della Sicilia Raffaele Lombardo indagato per concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio, Chinnici ha risposto: "Sono stati momenti di amarezza, ma come altri colleghi di giunta ho proseguito la mia attività per completare il mio mandato".

"Certamente - ha affermato il presidente Raffaele Lombardo - ci mancherà. Credo che in questi 3 anni nessun altro assessore abbia avuto un grande consenso, anche tra i partiti d'opposizione, come la dottoressa Chinnici. A lei va il mio ringraziamento e l'augurio di buon lavoro per il nuovo e prestigioso incarico".
E un ringraziamento è arrivato anche da Roma, dove il ministro Severino ha commentato con queste parole la scelta della Chinnici di accogliere l'invito del Ministero: "Ringrazio Caterina Chinnici per aver accettato un incarico gravoso al quale saprà dare un fondamentale contributo di professionalità e di competenza acquisite in anni di intenso lavoro in qualità di magistrato minorile, nonché di esperto ministeriale nei campi delle adozioni internazionali e della devianza minorile".

[Informazioni tratte da ANSA, Lasiciliaweb.it, GdS.it, Corriere del Mezzogiorno, LiveSicilia.it]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

05 luglio 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia