Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
 Cookie

Ecco come i siciliani vogliono salvare Windjet

Il piano industriale del gruppo di imprenditori e professionisti che vuole salvare la compagnia low

04 settembre 2012

"Affitto per stralcio degli asset indispensabili alla ripresa immediata dei voli". È questa l'ipotesi della cordata di professionisti e imprenditori siciliani che vuole rilevare parte di Windjet, la compagnia low cost siciliana in crisi economica. Il piano, che escluderebbe le posizioni debitorie per le quali è possibile la composizione negoziale, verrebbe finanziato da un istituto di credito nazionale.
A dare voce alla cordata, che propone una "soluzione ponte utile ad assicurare la continuità aziendale", è uno dei componenti del gruppo, Roberto Corrao, medico specialista in medicina aeronautica e titolare della Aviomed, impresa specializzata nel trasporto aereo di pazienti infermi. "Noi siamo pronti a emettere i biglietti entri 15 giorni", assicura Corrao parlando con i giornalisti. La compagnia potrebbe "usare da subito i tre Airbus 320 che sono bloccati a Malta, facendoli tornare a volare". Alla compagnia low cost il gruppo pagherebbe "l'affitto delle licenze di volo, degli slot utilizzati e di tecnici, piloti e operatori di volo".

All'incontro non hanno partecipato esponenti di Windjet. "Noi - spiega Corrao - gli abbiamo inviato più richieste ma non ci hanno mai risposto. Perché dovrebbero accettare? Continuano a mantenere la proprietà che potrebbe rivalutarsi, avrebbero una soluzione veloce e eviterebbero un contenzioso con i dipendenti". Nonostante il "silenzio" della compagnia aerea, Corrao, che definisce "irrealistica l'ipotesi di una società mista con la Regione", si dice "ottimista sulla possibilità di chiudere un accordo con Windjet: le nostre chance di successo - stima - sono del 50%".

Intanto, i sindacati "diffidano e sollecitano" la società aera low coast in crisi "al pagamento degli stipendi". La Filt Cgil rende noto che "Windjet non ha ancora provveduto al pagamento degli stipendi di luglio e metà agosto ai propri dipendenti". "Piena occupazione e diritto alla mobilità agevolata": sono questi per la Cisl di Catania "i due punti cardine della trattativa Windjet che vanno salvaguardati". "Al di là di chi rappresenterà la proprietà della compagnia - affermano Alfio Giulio e Mauro Torrisi, segretari della Cisl e della Fit - vanno garantiti la piena occupazione dei dipendenti Windjet e il diritto alla mobilità e a tariffe convenienti per i cittadini siciliani e catanesi". "La Cisl di Catania - concludono Giulio e Torrisi - si impegnerà perché queste due garanzie vengano assicurate nella conclusione dell'intera vicenda. E chiedono alle istituzioni di essere parte attiva e responsabile perché tale risultato positivo sia raggiunto".

E sono stati 42 i voli speciali effettuati il 1, 2 e 3 settembre, in particolare 14 al giorno, sui quali in totale sono stati trasportati altri 2.975 passeggeri di WindJet. Fino a ieri mattina "Alitalia ha riprotetto in totale 22.000 viaggiatori della compagnia catanese". E’ quanto si legge in una nota di Alitalia. La compagnia di bandiera è l'unica compagnia aerea a garantire, fino al 16 settembre, tariffe speciali fino all’ultimo posto disponibile sia sui voli speciali che per i voli di linea, per la riprotezione dei passeggeri di WindJet. Per le partenze successive al 16 settembre, Alitalia continuerà a garantire dal 17 settembre al 27 ottobre tariffe speciali sottocosto sui proprio volo di linea, soggette a disponibilità. La Compagnia consiglia anche di verificare sul sito www.alitalia.com se esistono "offerte di biglietti a tariffe promozionali inferiori a quelle speciali, per le date in cui si desidera viaggiare", continua la nota.
"Dal 13 agosto Alitalia ha avviato una serie di importanti azioni di sostegno. Ogni giorno vengono operati in media più di 14 voli speciali. Il call-center Alitalia contatta direttamente i passeggeri WindJet per offrire assistenza e nuove soluzioni di viaggio". Nella sola giornata di domenica oltre 2.000 sono state le chiamate al numero telefonico dedicato 06.65859030 (attivo 24 ore su 24), istituito appositamente per dare assistenza ai clienti WindJet. Per rispondere all'enorme flusso di chiamate (oltre il doppio rispetto alla media del periodo) Alitalia ha rinforzato la presenza del personale del customer center e questo ha consentito di fornire una risposta alle telefonate nel 98% dei casi. Le e-mail ricevute sulla casella di posta assistenza@alitalia.it sono state 2.500.

[Informazioni tratte da ANSA, Lasiciliaweb.it, Corriere del Mezzogiorno, SiciliaInformazioni.com, Sicilia Travelnostop]

- Un gruppo di siciliani per salvare Windjet (Guidasicilia.it, 30/08/12)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

04 settembre 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia