Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Elezioni concluse

Umberto Scapagnini si tiene Catania. Il centrosinistra conquista sette comuni compreso Enna

17 maggio 2005

In Sicilia le elezioni si sono concluse. I trentotto comuni delle nove province siciliane hanno avuto i loro nuovi sindaci.
Per i due i comuni capoluoghi una vittoria bilanciata tra le coalizioni di centrosinistra e centrodestra, alla prima è infatti andata Enna, alla seconda la tanto ambita Catania.
Già, il capoluogo etneo, nonostante l'ottimismo del centrosinistra, ha riconfermato il sindaco uscente, il medico personale di Silvio Berlusconi, Umberto Scapagnini.
Scapagnini ha battuto l'ex ministro dell'Interno Enzo Bianco, che il centrosinistra aveva fatto ''scendere in campo'' nella speranza di continuare l'onda dei successi elettorali degli ultimi tempi, e lo ha battuto superando la soglia del 50% delle preferenze.

Una vittoria, quella catanese, che fa tornare il sorriso alla Cdl.
Secondo Silvio Berlusconi quella di Catania ''E' stata una battaglia bellissima per tutti. Questo voto ha una grandissima importanza...''
Che nel voto etneo si giocasse una parte del confronto in atto nella Cdl sulla futura premiership, era evidente. E questo sebbene gli stessi centristi dell'Udc avessero ridimensionato l'importanza del caso Catania. Il partito di Follini, infatti, davanti alla vittoria di Scapagnini ha deciso di rinviare la sfida interna alla coalizione. Sarà il congresso di giugno e soprattutto l'emergenza economica a indicare il futuro della Cdl.
Ma Berlusconi, che ieri già si preparava alla possibile altra batosta, dopo la boccata d'ossigeno catanese, ha potuto affermare: ''Ora voglio vedere se c'è ancora qualcuno che pone il problema della leadership''.
Secondo Berlusconi, il successo del suo medico personale è anche la prova che non ci possono essere cambi al vertice della Casa delle libertà. ''I democristiani contano per il 6 per cento. Punto e basta. Il centrodestra - ha detto il Cavaliere, soddisfatto - dove va senza di me?''.
L'auspicio è che Catania possa essere il primo segnale di una inversione di tendenza. Una riflessione che anche Alleanza nazionale inizia a fare. ''Di sicuro - sostengono a Via della Scrofa - la leadership di Berlusconi a questo punto si rafforza''. Nel partito di Fini, del resto, si guardava con sospetto al nesso che l'Udc aveva creato tra voto catanese e leadership. Una situazione che avrebbe decisamente avvantaggiato Pier Ferdinando Casini rispetto a Gianfranco Fini nella corsa alla ''successione''. Ora, quindi, non nascondono la soddisfazione per la battuta d'arresto subita dai progetti centristi.

Per queste elezioni comunali l'affluenza nell'isola è stata alta, ha infatti votato il 72,4% degli aventi diritto, mentre alle precedenti elezioni comunali in Sicilia, alla chiusura delle urne, aveva votato il 69,5% degli elettori.
Sui 13 comuni sopra i 10 mila abitanti chiamati alle urne (è la quota prevista dalla legge regionale sopra la quale scatta il doppio turno e quindi l'eventuale ballottaggio se nessuno dei candidati sindaci supera il 50%) la Cdl ne prende 7, mentre il centrosinistra può vantare la conquista di Enna (precedente amministrata dalla Cdl) dove  sarà sindaco Gaspare Agnello che ha ottenuto il 56,4% contro il 23,6% di Giovanni Palermo (Forza Italia e Udc) e il 16,1 di Dante Ferrari (An), e il comune agrigentino di Palma di Montichiaro.
Il centrodestra ha espugnato Milazzo (ME) (e la toglie al centrosinistra che la governava) e Ispica (RG) e riprende la maggioranza a Pedara (CT).
Quattro i Comuni costretti al ballottaggio: San Giovanni La Punta (CT), Carini, Partinico e Misilmeri (PA).


- ''Il medico di Silvio e l'elisir della resurrezione'' di Gian Antonio Stella (Corriere.it)

- Referendum: ha vinto il "SI"

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 maggio 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia