Emergenza Coronavirus: la situazione in Sicilia

Da oggi e sino a lunedì 2 marzo sospese le lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado del territorio Metropolitano di Palermo

26 febbraio 2020
Emergenza Coronavirus: la situazione in Sicilia

Il presidente della Regione Nello Musumeci ha deciso di sospendere le lezioni delle scuole di ogni ordine e grado a Palermo e provincia fino a lunedì compreso.
Il provvedimento è stato adottato d'accordo con il Sindaco della Città Metropolitana di Palermo, Leoluca Orlando e l'assessore regionale all'Istruzione Roberto Lagalla.

Il presidente della Regione Nello Musumeci ha deciso di sospendere le lezioni delle scuole di ogni ordine e grado a Palermo e provincia fino a lunedì compreso.

Si tratta di un provvedimento, a scopo preventivo, finalizzato all'effettuazione di interventi di sanificazione e disinfezione straordinaria dei locali scolastici a seguito all'ordinanza regionale di Protezione civile. I pubblici uffici resteranno aperti al pubblico e si provvederà alla loro sanificazione nei giorni di sabato e domenica.

Questo provvedimento aiuterà a scopo precauzionale a contribuire a rallentare la diffusione del coronavirus, nel frattempo che la comunità scientifica individui la soluzione per far rientrare l'epidemia.

Conferenza Regionale sul Coronavirus

Durante la conferenza stampa a Palazzo d'Orléans, dopo avere riunito la giunta e dopo aver incontrato i prefetti, il governatore Musumeci ha aggiunto che "la Sicilia non è considerata a livello nazionale una zona rossa né gialla per l'emergenza" e che, sempre a livello cautelativo, un coordinamento si riunirà una volta alla settimana per gestire la situazione.

Sempre in conferenza stampa, Musumeci ha annunciato che "la prima misura che prenderemo riguarderà il potenziamento delle misure di controllo dei passeggeri in arrivo in Sicilia con ogni mezzo. Dalle autorità competenti arrivano assicurazioni di avere adottato queste misure di controllo nei giorni passati, a noi non risulta esattamente che le cose siano andate così anche per testimonianze dirette".

La conferenza Regionale sul Coronavirus

"Nei treni - ha sottolineato Musumeci - non è stata esercitata alcuna attività di controllo, così come per i pullman di linea. Ho il diritto e il dovere di chiedere che la Sicilia non diventi la terra di approdo per chi sa che qui non trova alcun controllo e alcuna barriera, non è possibile: siamo una regione di frontiera e pretendiamo che i controlli siano fatti a tappeto e in maniera severa. Questo abbiamo chiesto stamani verbalmente al Consiglio dei ministri e formalizzato nella bozza di ordinanza che sottoporremo al Cdm, che potrebbe anche bocciarla ma poi ognuno si assuma la prossima responsabilità. Ma siamo convinti che dal governo centrale arriverà la necessaria attenzione che rivendico per la mia isola".

Mercure Hotel - Palermo Centro

In Sicilia sono 3 i contagiati da Coronavirus e fanno tutti parte della comitiva di turisti arrivati a Palermo dalla Lombardia. A confermarlo è stato il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli.

I due nuovi casi, che si aggiungono a quello di ieri, riguardano il marito della turista bergamasca ricoverata all'ospedale Vincenzo Cervello e un'altra persona che faceva parte del gruppo giunto sei giorni fa nel capoluogo siciliano. Anche i due nuovi tamponi sono stati inviati all'Istituto superiore di sanità per la conferma.

Tutto il personale dell'hotel Mercure, situato nel centro di Palermo, in cui alloggiava la comitiva, è stato sottoposto al tampone dal personale della Asp. Nelle 93 camere dell'albergo sono rimasti solo i bergamaschi. Tutti gli altri ospiti sono stati dirottati in altre strutture.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

26 febbraio 2020

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE